Scandalo sadomaso su Howard Rubin, ex braccio destro di Soros. “Ha torturato almeno 6 donne”

mercoledì 4 Agosto 16:44 - di Laura Ferrari
Howard Rubin

Il manager di Wall strett, Howard Rubin – ex consulente finanziario del miliardario George Soros – è stato accusato da diverse donne di aver abusato di loro fisicamente e sessualmente. durante sessioni sadomaso che sarebbero diventate violente.

Il 66enne managerr di Wall Street è accusato di aver pagato un numero di donne fino a 5.000 dollari per partecipare ai suoi giochi sessuali sadomaso all’interno di una “prigione sessuale”. Una alcova blindata nel suo attico a Manhattan, in una sorta di 50 sfumature di grigio, senza lieto fine.

Le sei donne stanno ora perseguendo un’azione legale, sostenendo che l’uomo ha causato loro danni fisicamente e sessualmente, ignorando i limiti che avrebbero concordato prima di prendere parte agli incontri sadomaso.

Chi è Howard Rubin

Secondo il New York Post , le sei donne – tra cui ex Playboy Playmates, spogliarelliste e modelle – chiedono almeno 18 milioni di dollari di danni. Il processo civile è fissato per novembre.

Le denunce espongono raccapriccianti dettagli delle violenze. Incluso il fatto che Rubin avrebbe «colpito il seno di una donna così violentemente che la sua protesi destra si è capovolta». Un danno irreversibile, tanto che il «chirurgo plastico non è nemmeno stato in grado di operare sul suo seno».

Un’altra delle accusatrici ha affermato che mentre era legata, Rubin le ha detto: «Ti violenterò come stupro mia figlia». Quindi ha proceduto con un vero e proprio stupro.

 
Rubin ha tre figli con la sua ex moglie, Mary Henry , che ha chiesto il divorzio all’inizio di questo mese dopo 36 anni di matrimonio.

Tutte le donne affermano di «essere state abusate fisicamente e sessualmente», ha affermato John Balestriere , l’avvocato delle 6 vittime. «Nessuno sta dicendo che una pistola è stata puntata loro alla testa per venire a New York. Le mie assistite affermano di essere state ingannate e di essere state vittime di violenza fisica e sessuale».

Il procedimento per aggressione sessuale, percosse e traffico di esseri umani ha avuto inizio contro Howard Rubin nel novembre del 2017. Circa due anni dopo aver interrotto la collaborazione per il fondo di investimento di Soros.

Le donne di cui si conoscono i nomi sono Mia Lytell, Amy Moore e Stephanie Caldwell. Lytell e Moore sono ex conigliette di Playboy, mentre Caldwell è una spogliarellista, che Howard Rubin ha conosciuto in un locale di Miami. 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica