Il figlio di Joe Biden in un video scandalo: nudo, a letto con una donna e un racconto “particolare”

venerdì 13 Agosto 12:36 - di Redazione
figlio di joe biden

Continuano i guai per il figlio di Joe Biden. Ad accendere i riflettori nuovamente su Hunter Biden è un video pubblicato dal Daily Mail. Dal suo passato emerge infatti l’ennesimo video che mette in imbarazzo i democratici. Come riporta il Corriere della Sera, il video risale al gennaio 2019 e a registrarlo era stato lo stesso Hunter. Il video lo mostra nudo a letto con una ragazza, alla quale racconta come l’estate prima, mentre era semi-incosciente a Las Vegas, tre spacciatori russi gli avevano rubato un altro computer.

Il figlio di Joe Biden, video scandalo

In sostanza, riassume il Corriere, in totale Hunter avrebbe perso tre portatili in pochi anni. Uno fu trovato dagli agenti federali l’anno scorso nello studio dello “psichiatra delle celebrità dopo che a quest’ ultimo era stata sospesa la licenza con l’accusa di aver abusato di alcune pazienti. Ma quello che ha fatto più scalpore è un terzo computer, dimenticato nell’aprile 2019 in un centro di assistenza in Delaware.

L’altro video

Fu consegnato all’Fbi, ricostruisce il Corriere, ma Rudy Giuliani, allora avvocato del presidente Trump, ottenne una copia dell’hard disk e la consegnò al New York Post. Tabloid di proprietà di Rupert Murdoch, che vi trovò email definite compromettenti, sugli affari condotti da Hunter in Ucraina e in Cina usando il nome di papà. Dopo le elezioni ha rivelato che la procura del Delaware sta indagando sulle sue tasse e su possibili violazioni delle leggi sul riciclaggio di denaro. Si sapeva che dentro l’hard disk del Delaware, di cui è giunta una copia anche al Daily Mail, c’erano video come quello pubblicato ieri.

Il silenzio di Hunter

Hunter, scrive il Corriere, finora non ha parlato. E forse è meglio così.  Come osserva Maureen Dowd sul New York Times, quando apre bocca ha la tendenza a peggiorare le cose. Quando la Cbs lo intervistò sul suo libro, ricorda il quotidiano milanese, disse: «Sì, è possibile che ci sia un portatile che mi è stato rubato, possibile che io sia stato hackerato. Possibile che sia stata l’intelligence russa».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )