Finisce un’epoca: Tony Bennett si ritira dalle scene. L’artista si arrende al morbo di Alzheimer

venerdì 13 Agosto 20:40 - di Lara Rastellino
Tony Bennett

Finisce un’epoca: Tony Bennett si ritira dalle scene. L’artista si arrende al morbo di Alzheimer. L’annuncio a pochi giorni dal successo dello show newyorkese con Lady Gaga. È il figlio a comunicare al mondo l’addio al palco del celebre papà, di cui è il manager da 40 anni. «La voce c’è ancora, ma andare in tour lo stanca troppo»… E così, per il veterano cantante statunitense lo spettacolo finisce qui. L’annuncio, a pochi giorni dal compimento dei 95 anni, è arrivato dal figlio e manager della star. Cala così il sipario su una brillante carriera durata sette decenni per il crooner, che all’inizio di quest’anno ha rivelato di avere il morbo di Alzheimer.

Tony Bennett si ritira dalle scene

È lì, in realtà, che è cominciato l’addio all’uomo e al cantante in ostaggio del male che lo sta rapendo giorno dopo giorno. E pensare che Bennett si è esibito in due spettacoli sold-out con Lady Gaga al Radio City Music Hall di New York appena la scorsa settimana. Un evento glamour, di grande rilievo spettacolare, in seguito al quale, sempre il figlio Danny, ha dovuto spiegare che la «decisione difficile» di annullare le restanti date del tour del 2021 già in programma, è stata presa su «ordine dei medici».

Il figlio: «La sua salute è la cosa più importante»

«La sua salute è la cosa più importante», ha dichiarato allora Bennett jr a Variety. Aggiungendo che la moglie di Tony, Susan, ha aiutato il marito ad allontanarsi dal palco. Danny, che è stato il manager di suo padre per più di 40 anni, ha spiegato che mentre la voce e la capacità di cantare di Bennett sono rimaste forti, le pressioni del tour lo hanno fatto “stancare”. «Fare concerti ora è semplicemente troppo per lui», ha detto. «Non vogliamo che cada sul palco, per esempio, qualcosa di molto semplice. Non siamo preoccupati che sia in grado di cantare. Siamo preoccupati, da un punto di vista fisico… per la natura umana. Tony ha 95 anni»…

Una carriera costellata di successi e riconoscimenti

Bennett è una star dal 1951. Un artista che ha impresso il suo timbro alla produzione musicale internazionale a caratteri di fuoco. Inanellando molti successi con canzoni come I Left My Heart In San Francisco, o The Shadow Of Your Smile, brani indimenticabili amati in tutto il mondo. Non solo. A proposito di apprezzamenti del pubblico e riconoscimenti della critica (oltre che del mercato mondiale), dobbiamo ricordare che Tony Bennett ha vinto 18 Grammy e venduto più di 50 milioni di dischi. E alcuni dei suoi più grandi successi sono arrivati ​​nell’ultimo decennio, incluso l’album di duetti con Lady Gaga, Cheek To Cheek, che ha conquistato la vetta alle classifiche ed ha vinto un Grammy nel 2015.

L’ultimo trionfo coi duetti insieme a Lady Gaga

Non solo. La coppia è tornata è collaborare per Love for sale, disco che verrà pubblicato il prossimo 1 ottobre e sarà un tributo a Cole Porter con duetti e interpretazioni soliste di entrambi gli artisti. Registrato agli Electric Lady Studios a New York City, il disco contiene un mix di brani jazz registrati sia con arrangiamenti orchestrali che con un ensamble jazz. E pensare che, al tempo delle registrazioni, a Bennett era già stato diagnosticato l’Alzheimer…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica