Bassetti: «Quando esco di casa sono costretto a guardarmi le spalle, dai no vax minacce e insulti»

lunedì 30 Agosto 12:40 - di Liliana Giobbi
bassetti no vax

La nuova denuncia di Bassetti contro i no vax. «Continuo a ricevere minacce ogni giorno dai no-vax. Ieri sera, su una chat su Telegram, mi hanno attaccato duramente. E hanno fatto girare il mio cellulare. Sono stato riempito di messaggi, telefonate e insulti con minacce a me e alla mia famiglia». Lo afferma all’Adnkronos Salute Matteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie infettive dell’ospedale San Martino di Genova. È fortemente preoccupato per l’escalation di manifestazioni no-vax nel Paese.

Bassetti sui no vax: «Devo sempre guardarmi le spalle»

«C’è un clima insostenibile. Serve una presa di posizione forte della magistratura per perseguire questi reati. Non è possibile che serva una denuncia al singolo», continua Bassetti. «Qui c’è un movimento organizzato che ha lo scopo di delinquere. Vanno nelle piazze insultando me e altri colleghi. Non è possibile che mi debba guardare le spalle appena esco di casa per evitare che non accada nulla di violento».

«I no vax pretendono che il mondo li segua»

«Ma cosa pensano di ottenere minacciando chi come me oggi è in reparto?». si domanda Bassetti. «Che la gente non si vaccina? Noi abbiamo spiegato perché ci si deve vaccinare. Ma se non vogliono farla pretendono che il mondo li segua? La magistratura ci tuteli di più con strumenti differenti. La politica prenda posizioni chiare», chiede ancora l’infettivologo. «Se sta con il mondo della scienza ovvero con il vaccino. Oppure con il mondo dell’antiscienza e con i no-vax».

Bassetti: «Ci vuole l’obbligo per tutti gli insegnanti»

Poi il discorso passa sulla questione della scuola. «In California un’insegnante elementare non vaccinata ha contratto la variante Delta». Proprio per questo «ha infettato 26 persone tra scolari e loro parenti. Ci vuole l’obbligo per tutti gli insegnanti. Chi non è vaccinato dovrebbe non insegnare in presenza»,  sottolina Bassetti su Facebook. Il direttore della clinica di Malattie infettive cita un articolo del “New York Times”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica