Meloni: «Fiera della scelta di Michetti e Matone. Loro esperti, Raggi eterna tirocinante» (video)

venerdì 11 Giugno 13:34 - di Sveva Ferri
meloni michetti

Location delle grandi occasioni e leader schierati per la presentazione ufficiale dei candidati del centrodestra a Roma. Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Antonio Tajani si sono ritrovati al Tempio di Adriano per la prima uscita pubblica dell’avvocato amministrativista Enrico Michetti e del magistrato Simonetta Matone, che compongono il ticket civico di elevatissima competenza messo in campo per la Capitale. Assente giustificato Silvio Berlusconi, ancora convalescente.

Meloni: «Fiera della scelta di Michetti e Matone»

«Sono fiera di questa scelta che abbiamo fatto. Abbiamo tre mesi di tempo per farli conoscere a tutti i romani. Sono pronta a portarli in tutti i quartieri per un porta a porta…», ha detto Giorgia Meloni, rimarcando che «abbiamo scelto due candidati civici perché volevamo ampliare, allargare i confini del centrodestra». «Abbiamo scelto i nomi migliori, più competitivi», ha sottolineato ancora la leader di FdI, ricordando che «Michetti e Matone sono molto competenti, tecnici e, soprattutto, sanno parlare alla gente». «Sia chiaro – ha sottolineato – che siamo qui per vincere».

«Siamo qui per vincere»

«Oggi la capitale è derisa dal resto d’Europa», ha dovuto constatare Meloni, mentre ora «possiamo raccontare ai romani l’inizio di una straordinaria avventura». Quindi, ricordando che «continuiamo a governare Roma con risorse inadeguate e senza poteri necessari», la leader di FdI ha chiarito che «la scelta coraggiosa che abbiamo fatto noi è stata quella di non mettere in campo un candidato ma un sindaco, una persona che quando dovesse arrivare in Campidoglio saprebbe esattamente dove mettere le mani. Non basta vincere una campagna elettorale se poi, come ha fatto Virginia Raggi, per tre anni fai il tirocinio da sindaco».

Il confronto tra il curriculum di Michetti e quello di Raggi

Meloni quindi ha messo a confronto il curriculum di Michetti con quelli di Virginia Raggi e del candidato Pd, Roberto Gualtieri, sottolineando che la prima è un avvocato, ex consigliera comunale e che il secondo è il ministro dell’Economia che ha sprecato soldi per i banchi a rotelle e per i monopattini. «Credo – ha quindi sottolineato Meloni – che Michetti sia il miglior candidato in campo. E un certo fuoco di fila messo in piedi da certa stampa prima della sua candidatura, da parte dei nostri avversari, tradisce un nervosismo, evidentemente sanno bene di chi stanno parlando».

Il centrodestra unito, gli altri…

Meloni, poi, si è detta «molto contenta del lavoro fatto dal centrodestra, della compattezza, della proposta seria che sottopone ai romani. A dimostrazione – ha sottolineato – di quanto amiamo questa città, che non merita più improvvisazione». Della «responsabilità» e della «compattezza» dimostrati dal centrodestra ha parlato anche Matteo Salvini, ricordando che, invece, «Pd e 5 Stelle vanno divisi a Roma, a Torino, a Bologna, in Calabria. Noi – ha rimarcato – andiamo uniti».

Salvini: «Roma deve diventare la Capitale green d’Europa»

Salvini non ha nascosto in alcun modo il suo entusiasmo: «Sono felice, è una bellissima giornata di sole, da lunedì la maggioranza degli italiani tornano a vivere, a camminare per Roma, oggi cominciano gli europei con il pubblico. Presentiamo la voglia di cambiamento per restituire orgoglio, dignità ed efficienza a Roma». «Roma – ha aggiunto – deve tornare capitale, non serve solo che non ci siano i cinghiali per strada, ma che questa diventi la capitale green d’Europa». «Penso a una cittadella dell’ambiente, con sport e cultura vicine, da un miliardo di investimenti, vogliamo trasformare la città del degrado nella città dell’ambiente, sarà la soddisfazione più bella», ha spiegato Salvini, per i quali «i prossimi anni dovranno essere di straordinaria amministrazione, quella normale la diamo per scontata».

Tajani: «Daremo a Roma una visione diversa dalla sinistra»

Anche Antonio Tajani si è soffermato sul tema dell’unità del centrodestra, che «si candida a governare la città di Roma con un progetto». «Il ticket – ha spiegato il coordinatore azzurro – dimostra che il centrodestra unito, come sempre è accaduto, è in grado di fare sintesi. Ci presentiamo come coalizione seria che si candidata vincere le elezioni e a governare la città con visione diversa dalla sinistra».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *