La figuraccia della Dadone, fa un tweet sui camerieri laureati e viene travolta dagli sberleffi

lunedì 14 Giugno 13:59 - di Redazione
Dadone

Ennesima figuraccia del ministro per le Politiche giovanili, Fabiana Dadone. In un tweet  attacca, senza mai nominarlo, l’ex ministro degli Interni Matteo Salvini. «Ci sono camerieri da 600 euro al mese con titoli di studio che ex ministro dell’Interno o sedicenti leader politici vedono solo nei loro sogni. E forse la radice dei problemi italiani è tutta qui». Una frase che scatena il web con una valanga di commenti ironici e di sberleffi.

Dadone travolta dai commenti ironici

Scrive un utente: «Intende leader politici come il suo ex capo politico Luigi Di Maio? O come l’attuale ministro degli esteri?». E un altro aggiunge: «E non crede che il suo partito abbia contribuito a questa situazione? Perché così è un po’ facile, sa…».

C’è chi osserva caustico: «Non solo ex ministri. La classe politica è piena di miracolati arrivati al potere senza avere la minima idea di che cosa sia un titolo di studio. Il merito e la conoscenza sono solo un miraggio. È bastato un click per vincere una poltrona in Parlamento».

Il web: «600 sono una miseria. Tweet misero»

Un altro ci va giù duro e scrive: «600 euro al mese sono una miseria a prescindere dal titolo. Questo suo tweet è altrettanto misero». E poi da un altro la batosta: «Detto da lei che fa parte del movimento per cui “uno vale uno”». Infine c’è chi puntualizza : «Non esiste un titolo di studio che renda automaticamente abile un politico. Il politico diventa tale facendo politica nelle strade, nelle piazze, nelle fabbriche, nelle sezioni di partito e non c’è libro che possa insegnare più della pratica».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *