Milano violenta, un marocchino scatena il suo pitbull contro un carabiniere. Che spara 2 colpi (video)

sabato 29 Maggio 8:50 - di Redazione

Notte di violenza a Milano. In uno storico quartiere della movida notturna, Le Colonne, un marocchino ha aggredito e derubato due passanti. E per non essere fermato ha scatenato il suo pitbull contro un carabiniere. Che è stato morso più volte al braccio destro e a entrambe la gambe. Tanto che per sottrarsi all’attacco del cane è stato costretto a sparare due colpi. Scene di terrore, fuggi fuggi generale. In una zona milanese abbandonata al degrado e off limits per la polizia.

Milano, marocchino scatena un pitbull contro un carabiniere

Tutto inizia dopo la mezzanotte. Con l’allarme lanciato da due  giovani tedeschi. Che raccontano agli agenti di essere stati aggrediti da due uomini con due cani. E rapinati di una collanina. I militari decidono di intervenire con tre pattuglie. Un controllo per limitare l’assembramento alla ricerca dei presunti rapinatori.

Sparatoria a cielo aperto, un agente ferito

Non appena identificati uno dei due, un  marocchino di 22 anni con precedenti, ha aizzato il suo pitbull contro un carabiniere. Che per liberarsi dai morsi del cane ha sparato due colpi. Ora è  ricoverato in osservazione al Policlinico di Milano. L’intervento degli altri agenti ha permesso di arrestare l’aggressore. Per rapina e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Aveva con sé di due grammi di hashish. Spruzzatore urticante e la collanina scippata ai tedeschi. Prima il secondo presunto rapinatore aveva legato il suo pitbull. Per non opporsi all’identificazione. Come se non bastasse molti dei giovani presenti nella piazza hanno aggredito gli agenti.  E lanciato bottiglie di vetro contro le auto dei militari.

Scene di terrore, fuggi fuggi generale

Nella sparatoria sono stati ferite, lievemente, due persone presenti alla scena da guerriglia. Che ha fatto il giro del web grazie ad alcuni video pubblicati sui social. Si tratta di un giovane italiano di 23 anni. Ferito di striscio a una gamba. Da un proiettile di rimbalzo sparato dal carabiniere. Il ragazzo è stato giudicato guaribile in cinque giorni. Ferita alle gambe da alcune schegge anche una donna di 31 anni. Originaria dell’Estonia.

De Corato: non possono esistere zone franche

“Solo per mera fortuna, quanto accaduto non si è trasformato in tragedia”. Così l’assessore regionale alla Sicurezza di FdI, Riccardo De Corato. “Le Colonne, area di rilevanza storica, sono ormai trasformate in latrina. E non possono essere zona franca per la delinquenza. La città ha bisogno di ordine. Non può regnare l’anarchia. Specialmente nelle zone della movida“.

La lunga lista di episodi di violenza e sparatorie

Milano, amministrata da Beppe Sala, non è nuova a episodi di violenza. E sparatorie notturne a cielo aperto. L’ultima risale a gennaio con cinque colpi tutti calibro 7,65. Nel luglio del 2020,  nel quartiere Baggio, tre persone tentarono di uccidere con 12 colpi un ragazzo di 25 anni. La vendetta per una lite tra due ‘bande’ rivali scatenata in un locale in via Novara.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sostienici

In evidenza

News dalla politica

Array ( [0] => ppm-bundle )
Array ( [0] => jquery [1] => paypal-ipnpublic-bn [2] => jquery-easy-ticker [3] => super-rss-reader [4] => wc-add-to-cart [5] => woocommerce [6] => wc-cart-fragments [7] => advanced-invisible-antispam [8] => bootstrap [9] => main [10] => wp-embed )