Uccide in Germania e fugge a Napoli. Georgiano preso a Forcella da carabinieri e polizia tedesca

sabato 3 Ottobre 19:17 - di Redazione
carabinieri

È accusato di essere l’autore di un omicidio avvenuto in Germania, ma è stato arrestato ieri sera a Napoli nel popolarissimo quartiere di Forcella. A mettere fine alla fuga di Gagnidze Kakha, un 22enne di origine georgiana, sono stati i carabinieri del Nucleo investigativo del Comando provinciale di Napoli insieme ai funzionari della Polizia tedesca di Karlsruhe. Il georgiano si nascondeva in una casa nascosta nel reticolo dei vichi che caratterizzano il centro storico della Capitale del Sud.  Proprio in uno di questi lo hanno acciuffato gli uomini dell’Arma e i loro colleghi tedeschi.

Gagnidze Kakha ha ucciso un italo-tedesco

L’operazione congiunta si spiega con il fatto che il 22enne era destinatario di un mandato di arresto europeo emesso l’11 settembre scorso dall’autorità giudiziaria tedesca. La polizia di Karlsruhe lo ritiene infatti responsabile dell’omicidio di Cosimo Antonio Paladino, un 24enne cittadino italo-tedesco, avvenuto il 7 luglio scorso nella città tedesca. L’omicidio sarebbe maturato nell’ambito di un regolamento di conti nel mercato degli stupefacenti. Secondo quanto infatti ricostruito dalle indagini, la causa della morte di Paladino, ucciso a coltellate, sta probabilmente in un mancato pagamento.

Operazione congiunta tra carabinieri e polizia di Karlsruhe

Il giovane italo-tedesco aveva trattato l’acquisto di una partita di droga con un gruppo criminale di narcotrafficanti con base proprio a Karlsruhe. L’arresto del georgiano, che aveva tentato di rifugiarsi nei meandri del quartiere napoletano con la propria compagna, è il risultato della cooperazione e condivisione di informazioni tra le autorità giudiziarie italo-tedesche. In particolare tra la Procura di Napoli e quella di Karlsruhe, oltre che tra le organizzazioni territoriali dell‘Arma dei Carabinieri di Napoli e della Polizia tedesca.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica