Fisioterapista stupra una malata di Alzheimer di 95 anni: l’orrore in una casa di riposo

mercoledì 7 Ottobre 17:52 - di Redazione
stupra malata di Alzheimer

Fin dove si spingono l’orrore e la follia. Un fisioterapista avrebbe approfittato di una donna di 95 anni, che si trovava ricoverata in una casa di cura per anziani non autosufficienti. Dovrà adesso rispondere di stupro l’uomo, uomo 49 anni, incensurato e del tutto insospettabile. L’aggressore dovrà rispondere della la pesante accusa di «stupro nei confronti di una persona vulnerabile». La violenza si sarebbe svolta, secondo fonti interne alla polizia, nella stanza in cui alloggiava la donna, sulla scorta di registrazioni predisposte dai colleghi del fisioterapista.

L’anziana era malata di Alzheimer

E’ accaduto in una casa di riposo in Provenza, a  Châteauneuf-les-Martigues, nel dipartimento delle Bocche del Rodano, nel sud della Francia. I pesanti sospetti a carico dell’uomo, incensurato,  hanno quindi indotto i magistrati d’Oltralpe, martedì 29 settembre, a disporre il fermo dell’indiziato. A diffondere la notizia è stato  il quotidiano locale La Provence, che si è avvalso di fonti vicine ai funzionari di polizia.

Il fisioterapista era incensurato

La prova dell’aggressione contro l’anziana malata  sarebbe una registrazione audio realizzata da un apparecchio installato dagli altri operatori sanitari nella stanza dove risiedeva l’anziana donna. Questi ultimi, evidenzia il giornale francese, avevano dei sospetti sul comportamento di  alcuni fisioterapisti. Pertanto avevano deciso di nascondere un registratore al fine di scovare indizi di eventuali illeciti. Proprio questo apparecchio è diventato la prova-chiave che ha inguaiato il 49enne incensurato, sottoposto, dunque, a un interrogatorio condotto dal giudice per le indagini preliminari. Il magistrato ha quindi aperto a suo carico un fascicolo per “stupro ai danni di soggetto vulnerabile” e ha contestualmente ordinato che l’indiziato venisse sottoposto a custodia cautelare. Gli inquirenti stanno indagando se si tratta di un episodio isolato o se il fisioterapista abbia compiuto altre violenze carnali su altri ospiti della casa di riposo.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica