Ibrahimovic campione degli asintomatici. Positivo al coronavirus, tre giorni fa aveva segnato due goal

giovedì 24 Settembre 17:41 - di Penelope Corrado
Ibrahimovic

Il Milan ha comunicato che l’attaccante svedese “Zlatan Ibrahimovic è risultato positivo al tampone effettuato per la partita odierna, Milan-Bodø/Glimt”, spiega il club rossonero in una nota. “Informate le autorità sanitarie competenti, il giocatore è stato prontamente posto in quarantena a domicilio. Tutti gli altri tamponi effettuati sul gruppo squadra sono risultati negativi”, conclude il Milan.

Stasera non potrà scendere in campo: inizia la quarantena

Zlatan Ibrahimovic è il secondo giocatore del Milan risultato positivo al coronavirus tra ieri e oggi, dopo il difensore Leo Duarte. Ibrahimovic e Duarte dovranno osservare la quarantena e non potranno scendere in campo questa sera a San Siro per i preliminari di Europa League contro i norvegesi del Bodo-Glimt.

Tre giorni fa una delle migliori prestazioni di Ibrahimovic

Lunedì sera, lo svedese ha sfoderato una prestazione magistrale, segnando addirittura due reti nel suo esordio in campionato con il Bologna.  Nel post-partita il campione rossonero, a Sky Sport aveva affermato che avrebbe anche potuto farne altri due, se solo avesse avuto qualche anno di meno.

“Sto bene, sto lavorando, questa è la seconda partita ufficiale. Oggi abbiamo vinto e potevo fare più goal. Se avessi avuto vent’anni ne avrei fatti altri due, per fortuna ne ho 38. Vecchio? No no, sono come Benjamin Button. Mi piace avere responsabilità, ho grande pressione da me stesso. Voglio essere giudicato al livello degli altri e non per l’età”.

Ibra ha anche tirato le somme delle prime settimane di lavoro, tra Europa League e campionato. Due vittorie, che sono solo l’inizio di una stagione che sarà vissuta partita per partita.

“La squadra sta bene, sta lavorando, si vede che non siamo al 100%. Tanti errori che normalmente non facciamo. L’importante è vincere la prima. L’obiettivo è fare meglio dell’anno scorso, pensando una partita per volta. Tutti i giovani lavorano bene e ascoltano. Hanno disciplina. Sanno cosa serve per fare bene”. Oggi la doccia fredda, ma un nuovo titolo, guadagnato sul campo. Quello di campione degli asintomatici.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica