Travaglio va giù pesante su Giorgio Gori. Il Pd reagisce: «Sei barbaro e incivile»

mercoledì 8 Luglio 10:17 - di Liliana Giobbi
Travaglio

Marco Travaglio attacca Giorgio Gori e scatena il putiferio. Insorgono molti esponenti del Pd, la rottura è totale. Le parole scritte dal direttore del Fatto Quotidiano sono pesanti. Descrive Gori come un “sindaco al Plasmon”, perché “dimostra meno dei suoi sessant’anni”.  Travaglio lo paragona al ritratto che Fortebraccio fece di Umberto Agnelli (la faccia gli è rimasta quella degli omogeneizzati), lo definisce quindi “un giovane-vecchio con idee decrepite”. E soprattutto lo etichetta “Giorgio Covid”.

Travaglio scatena le ire dei dem

«L’attacco che il direttore del Fatto Quotidiano riserva a Gori è letteralmente vergognoso, a partire dal titolo “Giorgio Covid”. Solidarietà, prima che all’amico, al sindaco di una città martire». Lo scrive su Twitter il capogruppo Pd in Senato Andrea Marcucci.

La scarsa reazione alle parole di Renzi

Negli ultimi giorni si è infatti acceso l’ennesimo dibattito all’interno del Partito democratico. Le varie anime dem hanno fatto sentire la propria voce, condizionando tutto il centrosinistra. Tra i tanti che hanno rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla situazione interna c’è stato anche Gori. A lui Travaglio ha riservato – come detto – un editoriale in cui ha contestato al sindaco di Bergamo la sua “scarsa” reazione dopo la dichiarazione in Senato di Matteo Renzi. Il leader di Iv disse: «I morti di Brescia e di Bergamo, se avessero potuto parlare, ci avrebbero detto di ripartire e farlo per loro».

Il Pd difende il sindaco di Bergamo

Il capogruppo non è l’unico nel Partito democratico a prendere le parti del primo cittadino di Bergamo: «Giorgio Gori è un sindaco che sta dando anima e corpo alla nostra città e questo i bergamaschi lo vedono bene. Non si è mai risparmiato, tanto più in questi difficilissimi mesi di emergenza sanitaria. Bisognerebbe sempre avere rispetto delle persone, le parole di Travaglio sono lunari oltre che offensive», ha detto Maurizio Martina, uscendo da Montecitorio.

«Travaglio usa un metodo barbaro»

Parole dure anche da Alessandro Alfieri, senatore Pd e coordinatore nazionale di Base Riformista. Gli attacchi scomposti e volgari contro Giorgio Gori da parte di Marco Travaglio sono altrettante medaglie per Giorgio Gori», afferma il senatore. Che continua: «Usare il percorso professionale e familiare di Gori per attaccare le sue posizioni politiche è un metodo barbaro, che appartiene al populismo peggiore e più incivile».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica