Elefantessa incinta uccisa con un ananas imbottito di petardi. La storia commuove il mondo (video)

venerdì 5 giugno 16:39 - di Vittoria Belmonte

Non si placano le proteste in India per la recente uccisione di una elefantessa incinta nello stato del Kerala.

Aveva 15 anni ed era incinta la femmina di elefante morta, proprio alla vigilia della Giornata mondiale dell’Ambiente del 5 giugno 2020. Uccisa assieme al cucciolo che portava in grembo. Ha mangiato un ananas nel quale era stato inserito dell’esplosivo. L’esplosione ha causato gravi danni interni al pachiderma ed è stato impossibile salvarle la vita.

“La parte inferiore della mascella era distrutta e quindi l’animale non si stava più nutrendo – ha spiegato Samuel Pachau, guardia forestale del Silent Valley National Park, dov’è avvenuta la tragedia – all’inizio si muoveva poi si è sdraiata lasciandosi andare. Non ha più ingerito cibo solido, solo acqua; era molto debole. Abbiamo chiamato il dottore, ma ci ha detto subito che sarebbe stato difficile salvarla”.

L’elefantessa si era rifugiata in un fiume in cerca di un po’ di sollievo per le ferite causate dalle esplosioni e lì è morta insieme al suo cucciolo mai nato, dopo diverse ore d’agonia.

“Quando l’abbiamo vista era in piedi nel fiume, con la testa immersa nell’acqua. Sapeva che stava per morire e no ha fatto avvicinare nessuno”. Così  ha raccontato l’agente forestale  Mohan Krishnan, in un commosso ricordo su facebook.

“Quando l’ananas che ha mangiato è esploso, deve essere rimasta scioccata non pensando a se stessa, ma al cucciolo che avrebbe partorito tra 18 o 20 mesi” ha raccontato l’agente. “Non ha fatto del male a un singolo essere umano anche quando correva in preda ad un dolore lancinante nelle strade del villaggio. Non ha distrutto una sola casa. Era piena di bontà, ecco perché abbiamo deciso di darle l’addio che meritava”.

La notizia ha fatto il giro del mondo e le immagini dell’elefantessa morta in un modo così crudele sono rimbalzate sui social di tutti i paesi. Gli utenti hanno manifestato pietà e rabbia per le atrocità commesse dall’uomo contro gli animali e contro la natura. Anche se a quanto riferisce il sito India.com l’offerta dell’ananas esplosivo non è stata intenzionale. Inizialmente infatti si era diffusa la falsa notizia che si fosse trattato di uno scherzo macabro, ma poi è emerso che invece l’animale ha mangiato quella che era un’esca preparata dalla gente del posto contro gli animali selvatici. L’utilizzo di simili esche è non assolutamente legale e per questo le autorità hanno arrestato una delle persone responsabili del mortale gestoe sono sulle tracce di altri tre suoi complici.

Degli uomini le hanno offerto ananas riempiti di petardi che poi sono esplosi, squaciandole mandibola e pancia, dove in grembo portava il suo cucciolo: è morta così, dopo orribili sofferenze, una #elefantessa indiana e il suo elefantino.pic.twitter.com/GY5w8YOpXu

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gabriele Vanzati 8 giugno 2020

    dovete dare la galera a vita a tutti quelli che ammazzano animali.Per una cosa del genere torturateli prima.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica