Salvini inchioda il governo: «Italia in ginocchio. La maxisanatoria degli immigrati è una follia»

martedì 5 maggio 13:57 - di Redazione
Salvini

Dalla maxisanatoria per gli immigrati al caso Bonafede, ai pericoli per l’informazione (di cui riferiamo a parte), al plasma per la cura del coronavirus. Non manca nulla o quasi nella diretta Facebook con cui Matteo Salvini ha commentato la “fase 2” del governo. Con l’occhio tuttavia ben puntato sulle questioni d’attualità non immediatamente riferibili all’emergenza sanitaria. A cominciare dalla regolarizzazione dei clandestini, fortemente voluta dalla renziana ministra Bellanova. Il leader leghista la liquida così: «Italiani chiusi in casa da mesi e governo pensa a sanatoria per immigrati».

Salvini: «Sbarchi già aumentati del 350%»

Resta questo il piatto forte del Capitanoche ha buon gioco nel collegare l’annuncio di Palazzo Chigi sulla regolarizzazione all’aumento degli sbarchi, da lui quantificati da in un +350 per cento. «Stanotte a Lampedusa altri 136 arrivi. Italia campo profughi? No, grazie».  Ma il tema immigrati serve all’ex-ministro anche per arpionare il tema relativo alle misure a sostegno del lavoro dopo il blocco delle attività imposto dal coronavirus. E infatti sottolinea la «follia» di una maxisanatoria di 600mila immigrati arriva mentre gli italiani sono preda di tante «difficoltà».

Sul virus: «Perché tanto silenzio sul plasma?»

L’impegno che assume Salvini è preciso: «Vedremo di impedirlo in ogni maniera». Ma senza scendere in piazza: «Non è tempo di manifestazioni e cortei – spiega – , ma sapremo come coinvolgervi». Fino in fondo la Lega andrà sul caso del ministro Bonafede. «Non ci possono essere ombre di sospetti – premette Salvini -. Pensate se fosse accaduto ad un ministro della Lega o di Berlusconi». Sulle cure al coronavirus, Salvini censura il silenzio del governo e delle autorità sanitarie sul plasma. E accusa: «Siccome è gratis, non c’è il business delle multinazionali farmaceutiche, siccome non ci sono appalti milionari, meglio occuparsi di altro…». Quindi, la stoccata finale contro un governo molto variopinto anche sulle alleanza internazionali: «Qualcuno vuole svenderci alla Cina, qualcuno alla Germania, ma io dico – ha concluso – che prima vengono gli italiani».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Gioacchino Graffagnino 6 maggio 2020

    Anche su questo argomento insisterei, poichè è emblematico di quello che pensa e fa questo governo: prima gli immigrati e poi tutti i problemi degli italiani.
    Soprattutto evidenziate ciò, in questo momento di mille difficoltà per tutti gli italiani.

  • Riccardo casula 5 maggio 2020

    Ha ragione Salvini su tutto.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica