Adesso basta il 2 giugno daremo voce agli italiani

sabato 16 maggio 9:13 - di Giorgia Meloni

All’indomani dell’approvazione del decreto “cura Italia” i parlamentari di Fratelli d’Italia hanno manifestato sotto palazzo Chigi, nel rispetto delle regole di sicurezza, per rappresentare la voce di milioni di cittadini dimenticati dal governo. Famiglie, imprese, interi settori e categorie dimenticati sono rimasti esclusi dal provvedimento dell’Esecutivo, che fino a quel momento era rimasto in silenzio di fronte al grido di allarme che arrivava dagli italiani sempre più in difficoltà.

Saltato ogni confronto

L’eco internazionale della nostra mobilitazione, la prima italiana ai tempi del covid-19, ha costretto il governo a dire qualcosa e ad assicurare che il decreto di aprile avrebbe rimediato alle lacune. Ed è anche con questa speranza che abbiamo votato e contribuito in maniera determinante a far approvare lo scostamento di bilancio e autorizzato il governo a destinare altri 55 miliardi all’emergenza. Da quel momento ogni confronto con l’opposizione da parte della maggioranza rossogialla è saltato. Nessun contatto, nessuna notizia: tutte le informazioni sui provvedimenti ci sono arrivate a mezzo stampa.

Il decreto rilancio non dà risposte

Dopo due mesi e dopo aver cambiato nome al testo tre volte, siamo arrivati alle porte di giugno al ‘decreto rilancio’ annunciato in pompa magna in conferenza stampa ma del quale ancora non abbiamo il testo. Nelle ultime ore ci hanno addirittura fatto sapere che probabilmente se ne riparlerà lunedì. Quello che però abbiamo avuto modo di leggere sono bozze di un documento da 500 pagine e oltre 250 articoli che non danno risposte ma dispensano marchette e moltiplicano poltrone.

Maxisanatoria con la scusa di aiutare l’agricoltura

Pensiamo ad esempio al provvedimento sul consiglio di amministrazione di Enit per implementare le nomine da 3 a 5 oppure al bonus monopattino che dovrebbe evidentemente risolvere i problemi legati alla mobilità. E ovviamente la maxi sanatoria, con tanto di lacrime del ministro Bellanova, per gli immigrati clandestini. Provvedimento varato con la scusa di aiutare l’agricoltura quando tutte le associazioni di categoria del mondo agricolo chiedevano altre cose, come la reintroduzione dei voucher e i corridoi verdi per far arrivare in Italia immigrati regolari con esperienza nel settore.

Il 2 giugno chiamiamo a raccolta tutto il centrodestra

E intanto c’è chi ha ricevuto a febbraio l’ultimo stipendio, autonomi che non hanno mai preso bonus da 600 euro, aziende che rischiano di non riaprire mai più e famiglie costrette a fare i salti mortali per conciliare i tempi dei figli con quelli del lavoro. È tempo di dare nuovamente voce agli italiani con una mobilitazione nel giorno della festa della Repubblica, il 2 giugno. Questa volta aperta all’apporto di tutto il centrodestra e del mondo dell’associazionismo e della società civile. Perché seppur la sinistra e Conte abbiano sospeso la nostra Costituzione l’Italia resta una democrazia nella quale il potere è nelle mani del popolo sovrano.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 26 maggio 2020

    On. Giorgia Meloni, spero che la redazione del Secolo gli faccia una bel bustone con tutti i nostri commenti, ne leggo di buoni e di insignificanti e di ridicoli come i miei, ma sotto sotto tutti incitano a muoversi prima che sia troppo tardi.
    Una cosa ho gia’ scritto a piu’ riprese, … ma quanti siamo ? Perche’ non si crea un tesseramento virtuale ? Sarebbe interessante per Lei sapere su quanti puo’ contare, una stima di che percentuale, in caso si vada al voto.
    Deve anche dare una possibilita’ a chi vive all’estero di presentarsi come iscritto a FdI. Io fondai anni fa’, fino alla sua chiusura, ( Marzo 2009) di AN ” Centro culturale di Alleanza Nazionale ” se vuole posso mandargli una copia del giornale che stampavamo a nostre spese per la collettiva italiana in Australia.
    Nel sistema del giornale in computer ci sono tutti i miei dati personali, almeno credo, avendoli anche aggiornati su vostra richiesta.
    Distinti saluti
    G.F.

  • Giuseppe Forconi 26 maggio 2020

    Tutto quello che avete scritto nei commenti e’ giusto, ma non dimentichiamoci che siamo italiani e per ogni azione o cosa da fare bisogna discuterne e discuterne e discuterne. Non vi sembra una scusa per non fare nulla? Eppure abbiamo tutti il fegato ma come parte del nostro corpo, il fegato detto come coraggio, dove e’ ? Il 2 giugno si manifesta, ma il conte non vuole assembramenti causa il virus ma tutto si puo’ fare il giorno dopo….. quindi si fa egualmente il 2 giugno rispettando le regole ….e se non si puo’ ci si rivede il 3 o il 4 o il 5 o il 6 e via dicendo, ma non ci si ferma , si va avanti ad oltranza ( ricordate le giachette gialle dei francesi ? ) Forse non ottennero molto, ma Macron passo’ una settimana seduto al bagno……. Noi possiamo fare lo stesso e vi assicuro che mattarella prendera’ il telefono e lo chiamera’….. o te ne vai o….. meglio sciolgo il parlamento e andiamo a votare. Scommettiamo ??

  • Maurizio Colazza 23 maggio 2020

    Italia bella impavida diritta vai sulla gran vetta, non più servetta. Il 2 giugno facciamoci sentire.

  • Valter Navone 18 maggio 2020

    Concordo ma soprattutto temo che la crisi economica sia solo all’inizio e che se ne vedrà il vero volto a settembre e questo decreto non dà prospettive per una politica economica almeno a medio termine. Non è facile, di Roosvelt ce n’è uno ogni tanto, ma loro sono i ministri, loro hanno fortemente voluto essere ministri e allora facciano i ministri

  • Luisella 17 maggio 2020

    Purtroppo la deriva del nuovo ordine mondiale, “agevolata”, per non dire indotta da questa pandemia studiata a tavolino, ci porterà al totilarismo delle forze finanziarie che, già di fatto, comandano tutti i governi, salvo alcune rare eccezioni. Io spero di sbagliare e che tutte le popolazioni del mondo si ribellino ad un controllo Orwelliano, ma se non ci sono catalizzatori forti, tra i partiti di opposizione, nessuno si muoverà e finiremo in un limbo fatto di mura invisibili, che ci terranno prigionieri per il resto della vita umana sulla terra.

  • mattei franco 17 maggio 2020

    mobilitazione con i forconi con questa gentaglia

  • tommaso bisi griffini 16 maggio 2020

    Stringiamoci a coorte
    Siam pronti alla morte
    Italia chiamò !
    liberiamo gli italiani
    Conte e i suoi parassiti agli arresti domiciliari.
    chi se ne frega del distanziamento sociale, tutti in piazza col tricolore

  • Guido 16 maggio 2020

    Ci vuole Unione, nel centro destra, per contrastare compatti questa dittatura di sinistra. Basta egoismi narcisismi e culto dell’ego… la destra torni ad essere ciò che dovrebbe essere. Giorgia unica voce credibile in questo momento

  • Giovanna 16 maggio 2020

    Ne ho le tasche strapiene dello pseudoavvocato degli italiani !!!
    Come si farà a partecipare alla manifestazione del 2 giugno se il non eletto presidente del consiglio ci ha negato la libertà di movimento e ce la “concederà” – bontà sua – solo il giorno dopo ?

  • Mauro 16 maggio 2020

    Grande GIORGIA

  • Cervohold 16 maggio 2020

    Chiudere tutto con sanzioni folli è stato facile, adesso viene il bello ed emerge anche per i trinariciuti con i paraocchi (alla Gruber & C.) l’assoluta incapacità dei social-catto-comunisti di gestire la società con la riapertura delle attività grandi e piccole.
    Buona idea portare in piazza la gente, non fosse altro per dare sfogo e voce pacifica alla loro rabbia ed indignazione, ma oltre che contro i 5 Stalle e il PD bisogna agire contro le Istituzioni a tutti i livelli che sono complici di tanto disastro…………….e senza remissione dei peccati !

  • ferdinando Galluzzi 16 maggio 2020

    FORZA GIORGIA SIAMO CON TE

  • avv.alessandro ballicu 16 maggio 2020

    troppo poco e troppo tardi, sovranisti colposamente intempestivi contro un governo golpista, filocinese che ha calpestato libertà costituzionali, soprattutto l’ art.13, nel silenzio ed inerzia dell’opposizione.
    se i tanti divieti di conte,( seguiti da governatori e sindaci sceriffi, molti dei quali del centro destra)li avesse adottati un governo di destra, i magistrati di sinistra gli avrebbero fatti arrestare con l’accusa di attentato alla costituzione, associazione per delinquere etc. etc
    è tempo di una manifestazione ad oltranza contro la dittatura filocinese, andiamo in milioni a roma

  • Aurelio 16 maggio 2020

    Vi siete scordati che verranno regoralizzati gli immigrati x lavorare nei campi, e Quelli che hanno il reddito di cittadinanza se la godono stando a casa?

  • Nicolo' 16 maggio 2020

    Grande FDI, la Forza Centripeta del Centrodestra.
    Avete avuto il coraggio di andare per primi in Piazza e sebbene criticati da tutti avete continuato. E’ cosi’ che si fa : si difendono le proprie idee anche facendosi vedere. Bisogna assolutamente alzare la pressione contro questo Governo di Incapaci e venduti !

  • Menono Incariola 16 maggio 2020

    BENE!
    Comunicate per tempo i luoghi di aggregazione in modo che sia possibile partecipare, grazie.

  • Vincenzo Marotta 16 maggio 2020

    Spero tanto che questa attesa manifestazione non si riduca al solito sfogo salottiero in cerca di discussioni convergenti con chi è sordo e impenetrabile nella sua onnipotenza sancita da un popolo terrorizzato ed avvilito dalla inesistente opposizione che era necessaria attivare già prima.
    Ma non è mai troppo tardi e le nostre fiammelle non si sono mai spente.
    Avanti.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica