Meloni s’infuria con Conte: «Ma quale Mes. Riprendiamoci i soldi che abbiamo dato al fondo…»

venerdì 20 marzo 19:07 - di Giovanna Taormina
Meloni

Giorgia Meloni s’infuria con Conte che invoca il Mes. «Conte continua a dire che l’Italia deve accedere al Mes. Al fondo “salva” Stati che impone misure di lacrime e sangue, svendita di asset strategici e commissariamento in cambio di denari che noi stessi abbiamo versato. Soltanto esprimere pubblicamente la volontà di essere commissariati dalla Troika accendendo al Mes espone l’Italia alla speculazione finanziaria. Non possiamo permetterci di continuare a fare questi errori e su questo siamo pronti a scatenare l’inferno». Meloni scrive un post sulla sua pagina Facebook durissimo.

Meloni: «Servono misure speciali»

«Il coronavirus – scrive – è un flagello che colpisce indistintamente tutta la Ue. E servono misure speciali in deroga ad ogni regola o trattato. Invece di chiedere un prestito al fondo “ammazza” Stati, il governo deve battere i pugni in sede europea e pretendere iniezioni di liquidità che mettano direttamente soldi in tasca a famiglie e imprese. O in alternativa pretendere che i soldi versati al Mes vengano restituiti agli Stati che li hanno versati».

L’ira del web

Tantissimi i commenti al post di Giorgia Meloni. Scrive un utente: «Questo signore ci vuole sotterrare tutti, cercate di non fargli fare una cosa del genere. Se serve, anziché dire di rimanere a casa fateci uscire. Tanto se ci svendono così saremo tutti morti lo stesso. Attenzione cara Giorgia…». E un altro aggiunge: «Penso che gli italiani, per tutti i sacrifici che stanno facendo e le relative rinunce, meriterebbero come premio, una volta usciti dall’emergenza, le dimissioni in blocco del governo. E che ci sia data la possibilità di tornare a votare. Era già una sfortuna avere questo governo a gestire l’ordinarietà, figuriamoci l’emergenza. Ma purtroppo, penso che nessuno al governo avrà la dignità e l’onesta di dare le dimissioni e farsi da parte. Comunque non è più questione di firmare, rinviare, non firmare il Mes. Ormai l’obiettivo da perseguire è uno solo, uscire il prima possibile dall’Unione Europea». mentre Michele scrive: «Non ho ancora capito come Mattarella non lo abbia ancora sollevato dall’incarico visto tutti i ritardi e gli sbagli che ha combinato. Il Regno Unito stava per capitolare nella seconda guerra mondiale, cambiò Chamberlain con Winston Churchill, e vinse la guerra».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Saulo 21 marzo 2020

    Voi di fratelli d’Italia Fate qualcosa di concreto per impedire al governo di accettare il mes.! Subito .anche per sensibilizzare la popolazione che ancora non si resa conto di quello che rischia l’Italia

  • Salvatore Santoro 21 marzo 2020

    Abbiamo dato all’Europa il controllo della moneta e quello della politica, per chiedere in cambio aiuti monetari che dovremmo restituirli con gli interessi, Fin’ora non abbiamo fatto altro che far lievitare il debito pubblico e siamo impotenti nel restituirli. Non è questa la strada da seguire, verremmo a ritrovarci schiavizzati dalla grande speculazione internazionale che ne farà tanti pezzi dell’Italia e non saremo più padroni in casa nostra. Sarebbe una sciagura proseguire su questa strada, dobbiamo riconquistare la nostra autonomia e libertà, uscire da questa Europa strozzina che ci ha solo danneggiato, ritrovandoci sempre più indebitati per gli appetiti della grande speculazione internazionale compresa l’Europa stessa. Se dobbiamo fare grandi sacrifici, facciamoli per i nostri obiettivi, non a favore della grande speculazione bancaria o delle multinazionali. Italianexit.

  • Claudio 48 21 marzo 2020

    Peppe è a letto con la moglie e invece di dormire si continua a rigirarsi nel letto. La moglie, visto che si sono fatte le due, preoccupata chiede a Peppe perché non dorme e lui le dice che non riesce a dormire perché è preoccupato non avendo i soldi per pagare la cambiale che scade a Tonio.
    La moglie spalanca la finestra e chiama “”Tonio – Tonio “” che preoccupato si affaccia alla finestra di fronte e la moglie “” guarda che Peppe non ha i soldi per pagarti la cambiale “” poi rivolta al marito le dice “” Peppe dormi tranquillo perché adesso è Tonio che stà sveglio””

    Ora se l’ITALIA dice alla germania e alla francia, che detengono buona parte del debito suo debito pubblico, che non intende più onorare i suoi titoli e dare loro la possibilità di arricchirsi a sue spese (cosa che hanno fatto per troppi anni) e che pertanto cambia moneta, vedi come abbassano subito le penne. L’ITALIA deve fare come la moglie di Peppe. Dire Autarchia è una parolaccia. Poi chiunque vuole venire in ITALIA deve pagare e bene, sia per mangiare i prodotti italiani che per visitia questo nostro grande museo a cielo aperto.

  • Elena 20 marzo 2020

    Bravissima Giorgia! Scatenate l’inferno!
    E a casa questi inetti, sicari prezzolati al soldo della Germania e della Francia

  • Mario 20 marzo 2020

    COLPO DI STATO
    Conte h dichiarato al Financial Times che L’Italia aderisce al MES.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza