Meloni: «I 7,5 miliardi stanziati dal governo sono inadeguati. Ne servono almeno 30» (video)

martedì 10 Marzo 16:58 - di Redazione

“Crediamo che servano risorse molto più  ingenti di quelle stanziate dal governo, almeno trenta miliardi, ma anche trenta miliardi li consideriamo un punto di partenza.  I 7,5  miliardi  messi in campo dal governo “sono assolutamente inadeguati, è meno di quanto spendiamo per il reddito di cittadinanza”. Lo dice la leader di FdI Giorgia Meloni al termine dell’incontro a palazzo Chigi  tra le opposizioni e il premier Giuseppe Conte.

“Siamo disponibili a votare il decreto sullo scostamento se qualcuno ci garantisce che è l’inizio di un  percorso”, afferma poi la Meloni. “Su questo-prosegue il leader di Fdi- il ministro dell’economia ha detto che è  in fase di riflessione speriamo che queste riflessioni portino bene”. “Non c’è l’ipotesi di un governo di unità  nazionale”, dice poi  la Meloni  rispondendo ai cronisti. Il presidente di Fratelli d’Italia critica inoltre  la posizione Ue. “Serve l’Europa. L’europa è assente, serve un piano della Bce pari almeno al bozooka di Draghi”.

“Al tavolo di confronto tra governo e centrodestra abbiamo chiesto la chiusura di tutte le attività per due  settimane. La richiesta non è stata al momento accettata, speriamo non serva in futuro”. Così scrive infine Giorgia Meloni su Facebook sintetizzando l’incontro tra il prmier e i rappresentanti delle opposizioni. . “Abbiamo ribadito -prosegue- anche un’altra questione fondamentale: il governo deve dire chiaramente che sarà fatto tutto il necessario per garantire la salute di tutti e tutelare ogni singola attività  produttiva e ogni singolo posto di lavoro. Continueremo ad agire e a fare le nostre proposte per il bene della Nazione e del nostro popolo”

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Merighi Franco 10 Marzo 2020

    Se avessimo “chiuso”da subito non avremmo bruciato tanti soldi . Adesso a conte facciamo bene i conti perche’ assieme a speranza dovranno pagare . Chi vive con “speranza” vive sopra l’ambulanza .