Neve e maltempo al Sud. Ma il prezzo più alto è sempre a Roma: grave uomo colpito da un albero

mercoledì 5 febbraio 13:13 - di Luciana Delli Colli
maltempo

Disagi in tutta Italia per il maltempo che si è abbattuto sulla Penisola, a causa “di una massiccia discesa di aria fredda di origine polare”, come spiegato dal sito ilMeteo.it. È stato soprattutto il vento, infatti, a creare i problemi maggiori, con alberi caduti in diverse città e collegamenti marittimi compromessi in diverse zone, dalle Isole Pontine isolate al largo di Bari, dove tre traghetti sono rimasti bloccati. Ma se nella maggior parte dei casi si sono registrati solo danni, a Roma si è registrato anche un ferito grave.

A Roma codice rosso per un uomo colpito da un albero

È successo nei pressi del policlinico Umberto I, dove un uomo originario di Grosseto è stato colpito mentre stava camminando. Per lui è stato necessario il ricovero in codice rosso. Ma, secondo le prime ricostruzioni, l’incidente, che ha provocato anche una moria di uccelli, poteva avere conseguenze tragiche. A quanto trapelato, infatti, il muro di cinta dell’ospedale avrebbe attutito la caduta dell’albero. Nessun ferito, invece, a Palermo e Potenza, due città particolarmente colpite dalla violenza dei venti.

Il maltempo porta anche la neve sul Vesuvio

Il freddo ha riportato anche la neve, in alcuni casi regalando scorci da cartolina. In particolare è successo a Napoli, dove città e provincia si sono svegliate ammirando lo spettacolo del Vesuvio imbiancato. La neve è scesa copiosa anche su tutto l’Appennino centro-meridionale, dove è arrivata fino alle quote collinari, e sui confini alpini, dove è arrivata fino a valle.

Raffiche di vento fino a 100 chilometri orari

È soprattutto il Sud a essere colpito e ilMeteo.it avverte che “nella giornata odierna il tempo rimarrà ancora instabile su Marche meridionali, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, rilievi della Campania e sulla Sicilia Nordorientale”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza