Rita Pavone va a Sanremo. E sui social la ricoprono di insulti: «È sovranista»

martedì 7 gennaio 14:54 - di Aldo Garcon
Rita Pavone

Il Festival di Sanremo non è ancora iniziato e già la sinistra e il popolo delle sardine si scatenano. Il bersaglio diventa Rita Pavone: perché a Sanremo possono partecipare solo gli artisti di comprovata fede di sinistra. E così quando Amadeus ha annunciato, durante la puntata dei I soliti ignoti, i nomi degli ultimi due big in gara all’Ariston sui social si è scatenata la gogna. Rita Pavone sui social è stata ricoperta da una valanga di insulti. Il motivo? Di certo non è professionale, lei è una numero uno. Ma per la sinistra ha una pecca: non ha mai nascosto le sue idee contrarie al politically correct. Ed ecco che il suo ritorno a Sanremo, dopo ben 48 anni di assenza,  scatena i social (luogo preferito delle sardine) con palate di fango. Molti commenti offensivi sono, infatti, di natura politica, per via delle simpatie sovraniste dichiarate dalla cantante a suon di like e prese di posizione sui social.

Sanremo, Rita Pavone ricoperta di insulti

Così un tweet sottolinea: «Il manuale Cencelli applicato alla musica. #RitaPavone a #Sanremo2020 in quota sovranista. Ma in fondo è un’ottima notizia. Farà una figura atroce e ce la leveremo per sempre dai maroni».

«#RitaPavone quella Signora che compone complessi e profondi ragionamenti?», scrive su twitter Sergio Meazzi, vicepresidente del Municipio 6 di Milano, eletto nelle liste di Noi Milano-Beppe Sala. «Pare che il festival di Sanremo 2020 sarà trasmesso in bianco e nero e per cambiare canale devi alzarti dal divano», ironizza un utente che aggiunge, a scanso equivoci, l’hashtag #ritapavone.

Tweet al veleno

Una sequela di battute offensive accompagnano l’annuncio del ritorno della cantante. «Cosa avete fatto di così cattivo che la Befana vi ha portato Rita Pavone?», twitta l’account di un sedicente Babbo Natale. «Ne ha collocati più il sovranismo che il Reddito di Cittadinanza», aggiunge un altro. «Leggo che Rita Pavone parteciperà a Sanremo e colgo l’occasione per ringraziarla di non avermi messo del carbone nella calza stanotte», scherza tale Ibico. Ma anche: «Rita Pavone canterà Niente a #sanremo2020. Testo di Mario Giordano, musica di Povia». E non mancano neanche suggerimenti ironici a chi sta organizzando il Festival di Sanremo: «Accantonando le questioni di natura politica: mi pare di capire che #RitaPavone abbia 74 anni e non sforni un successo musicale dalla notte dei tempi. Prima di Sanremo mettete la scritta: “Adatto esclusivamente ad un pubblico di boomer”».E ancora: «#RitaPavone a #Sanremo. Datemi un martello. Che cosa ne vuoi fare? Me lo voglio dare sui coglioni!», è il tweet laconico di un telespettatore.

E nella lista c’èanche Frankie Hi-Nrg Mc, rapper romano storico esponente dell’hip hop italiano e schierato politicamente a sinistra. Oggi contesta con un laconico: «Rita Pavone? Rita Pavone?».  Ma quando è andato lui, a Sanremo, nessuno ha alzato il dito per protestare.


 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • sergio la terza 8 gennaio 2020

    Un branco di coglioni non conoscono la piccola GRANDE RITA andassero a pascere con pidioti e sconoscitori di NOTE MUSICALI.!!!Lasciatela cantare…

  • In evidenza