La Raggi blocca i diesel e costringe i romani a prendere i bus. Ma il 73% degli autobus sono…

mercoledì 15 gennaio 12:56 - di Redazione
Raggi

«Dai, facci sempre più male. Se a Roma hai acquistato recentemente un diesel euro6 perché magari ti hanno spiegato che non inquina, hai toppato. Arriva Virginia tua e se ne frega. E ti blocca per tre giorni». L’attacco a Virginia Raggi per il blocco delle auto diesel a Roma arriva dalla pagina Facebook 7 Colli. È stato prorogato fino a giovedì, ovvero anche per la giornata di mercoledì, lo stop ai veicoli privati alimentati a diesel nella cosiddetta fascia verde di Roma. «Considerato il persistere degli elevati livelli di inquinamento da Pm10 e la previsione di perdurante criticità per i prossimi giorni – ha annunciato il Comune, è stata disposta per le giornate di mercoledì 15 e giovedì 16 gennaio la limitazione alla circolazione veicolare privata nella Ztl “fascia verde”».

In un articolo si legge: «Incredibile questa sindaca, che ha una flotta diesel all’Atac pari al 73 per cento dei veicoli in circolazione (quelli che ancora non hanno preso fuoco) e impedisce a un milione di romani la circolazione nella città in cui pagano le tasse. La Raggi ha bus che inquinano anche di più – la sua amministrazione ne ha acquistati oltre 400 a diesel – ma i cittadini devono restare appiedati».

Raggi e la demonizzazione degli euro6

E poi ancora: «Per gli euro6 siamo alla demonizzazione ingiustificata. Non c’è fondamento scientifico e non si garantiscono risultati con il loro blocco: lo sostiene l’Automobil club d’Italia e non certo una pericolosa associazione di estremisti di destra: “Le auto di ultima generazione, anche diesel, hanno un impatto ambientale irrisorio, notevolmente inferiore ad altre motorizzazioni. Con provvedimenti irrazionali come questi, non si danno risposte serie alle importanti istante degli ambientalisti e si creano disagi inutili a milioni di cittadini”. Ovviamente, aspettiamoci un impatto negativo anche sull’occupazione: se non è più conveniente l’Euro6, non se ne produrranno più, a andare a spasso sarà chi le produce. Virginia se ne frega. E fino a giovedì te ne stai a casa».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Walter Moscatelli 16 gennaio 2020

    Le polveri sottili sono nocive alla salute? Invece i miasmi della “monnezza” lasciati per strada da questa incapace e dalle sue partecipate sono piaceri per gli occhi e brezza salubre per il nostro olfatto! (oltre a far ulteriormente proliferare topi, gabbiani, cinghiali ed altri).
    Ma quando se ne andrà questa indegna? E’ riuscita nell’intento di farmi quasi far rimpiangere Marino ,,.
    Un’altra con un minimo di dignità, da quel dì si sarebbe dimessa!

  • In evidenza