Clima teso dentro la Chiesa, il presidente della Cei minaccia la “scomunica” per i critici del Papa

sabato 25 gennaio 17:27 - di Mariano Folgori

E fortuna che i bergogliani sarebbero buonisti e tolleranti. Il presidente della Conferenza episcopale italiana, Gualtiero Bassetti,  ha evocato la scomunica per chi osa criticare Papa Bergoglio dentro la Chiesa cattolica. «Non vi sta bene l’attuale Pontefice? La porta è quella…». È quanto l’alto prelato di fatto dice in uno “sfogo” espresso davanti ai mass media.  «Se a qualcuno non piace questo Papa lo dica perché è libero di scegliere altre strade. Criticare va bene ma questo distruttismo no». Bassetti è anche arcivescovo di Perugia. E lancia questo pesante avvertimento  incontrando i giornalisti nel capoluogo umbro. E ciò in occasione dei festeggiamenti della categoria per San Francesco di Sales. Lo sfogo è stato ripreso dal sito para-vaticano Il Sismografo.

“C’è troppa gente – ha aggiunto – che parla del Papa e a qualcuno io ho detto ‘fai la scelta di evangelico, se non ti va bene la Chiesa cattolica, se è troppo stretta questa barca’. I nostri fratelli protestanti non hanno né il Papa né il vescovo, ognuno faccia le sue scelte. Scusatemi per lo sfogo ma l’obiettivo di tutti deve essere quello di cercare risposte per il bene della Chiesa e dell’umanità”.

È un attacco di una violenza inaudita, se consideriamo il ruolo che Bassetti  ricopre all’interno della Chiesa. Il suo non è infatti lo “sfogo” di uno qualsiasi. Ma un’invettiva in piena regola del presidente dei vescovi italiani. Qualcosa che assomiglia a una scomunica.

Che Bergoglio e i bergogliani non siano affatto tolleranti è cosa nota. E, a quanto si sa, nell’inner circle del Papa non vanno tanto per  il sottile. Ad accelerare le critiche a Bergoglio è stato il recente Sinodo per l’Amazzonia, da molti giudicato sproporzionato e fuori luogo per la Chiesa. Lo scrittore Antonio Socci nel suo ultimo libro, Il dio mercato, la Chiesa e l’Anticristo (Rizzoli), accusa il Papa di appiattire il messaggio evangelico alle ideologie del mondo. E  richiama il libro del filosofo russo Vladimir Soloviev dove si dipinge la figura dell’Anticristo. Si va sul pesante, nel mondo cattolico, da quando c’è Bergoglio a Santa Marta…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Franco Cipolla 3 febbraio 2020

    Cave canem. “Lupus incarognito”
    Appartenente alla famiglia “Cane Perversus” della specie Cazzarus. Nuova razza di cani da guardia bergogliani.

  • bruno 26 gennaio 2020

    Scomunicare chi e per che cosa? nei tempi passati le scomuniche venivano comminate a quelli che mettevano in discussione le verità di fede e della dottrina cattolica. Dante Alighieri aveva criticato ad oltranza Papa Bonifacio VIII, ma nessuno si era sognato di buttare fuori dalla Chiesa Dante Alighieri. Chi oggi critica Bergoglio lo fa perchè convinto che le sue esternazioni non siano in comunione con la tradizione cattolica. Il cardinale Bassetti dovrebbe calmarsi un attimo e pensare che nè lui nè Bergoglio sono la Chiesa ma l’intero popolo di Dio. Pensare di creare uno scisma eliminando la metà dei credenti cattolici per una chiesa che assomigli ad una Onlus di lusso non è solamente assurdo ma sicuramente satanico.

  • roberto 26 gennaio 2020

    Vedi di scomunicare te stesso, prima di pontificare in questo modo compulsivo, offendendo chi la pensa in modo diverso dal tuo

  • enzo foresti 26 gennaio 2020

    Ha fatto benissimo il Card.Bassetti,condivido pienamente,chi e’ contro il Papa e’ contro la Chiesa,queste persone devono dimettersi dal loro ruolo perché non amano la Chiesa e la gente,W Papa FRANCESCO!!

  • giovanni pistis 26 gennaio 2020

    il cardinale bergogliano Bassetti, non può scomunicare un Vero Cattolico che ha come Vicario di Cristo ,Papa Benedetto XVI°.. Bergoglio gesuita è solo il loro papa nero.Come tutti vediamo le Insegne Regali del PAPATO sono con il Vero Papa : Croce d’oro, scarpe Rosse e non scarponi da montanaro.L’estirpazione della vigna di Papa Benedetto è semplicemente un abuso degno dei migliori gesuiti nel Sud America.

  • Carlo 26 gennaio 2020

    Questi preti sono quinte colonne, alle quali andrebbe tolta la cittadinanza italiana.

  • Giuseppe Forconi 26 gennaio 2020

    Giuste parole, se a molti non piace il bergoglio…. cambia. Io l’ho gia’ fatto 70 anni fa.
    Leggo, critico , ma non offendo. Le mie uniche critiche sono state la sua apertura all’islam, perche’ non sono fratelli ma mine vaganti pronti ad invadere il Mondo e le chiese cattoliche che sono sempre piu’ vuote. Poi fate voi.

  • ANTONIO GIOVANNETTI 25 gennaio 2020

    Digli a quel tizio che la smetta di fare politica. Ma lo avete eletto per fare il papa o per fare il segretario di partito? e allora cosa ci sta a fare Zingaretti, l’alter-ego?

  • In evidenza