Università, le spese per l’istruzione: Lombardia e Liguria sono ai primi posti

mercoledì 14 agosto 10:02 - di Redazione

La scelta del percorso accademico è sempre importante. In questo periodo, gli studenti valutano le diverse offerte proposte dalle Università italiane e straniere per poi decidere l’indirizzo che segnerà, nella maggior parte dei casi, anche il loro futuro professionale. L’A.n.co.t. -Associazione nazionale consulenti tributari- ha analizzato quanto hanno indicato i contribuenti italiani nelle dichiarazioni dei redditi presentate nel 2018, relative ai redditi del 2017, nella sezione relativa agli oneri detraibili al 19%. Sono stati complessivamente 1.538.387 i contribuenti che hanno indicato le spese per l’istruzione universitaria nel proprio modello di dichiarazione dei redditi per un ammontare di 1.799.001.000 euro e una media per ogni dichiarazione pari a 1.170 euro.

Analizzando la situazione nelle diverse regioni italiane emerge che in Lombardia, al primo posto della graduatoria, sono stati 234.747 i contribuenti che hanno dichiarato le spese per l’istruzione universitaria, per un importo pari a 338.574.000 euro e una media di 1.144 euro. Osservando proprio le medie rilevate nelle altre regioni italiane emerge che dopo la Lombardia figurano: Liguria 1.420 euro; Trentino Alto Adige (Provincia Autonoma di Trento)1.350 euro; Valle d’Aosta 1.340 euro; Veneto 1.280 euro;

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza

contatore di accessi