Sgombero campo rom, la Corte Ue scavalca il governo italiano e ordina: «Trovate alloggi»

lunedì 20 maggio 14:42 - di Carmine Crocco

Quante assurdità si commettono oggi in nome del “politicamente corretto” e dell’ideologia dei diritti umani. L’ultima è di oggi e ha per protagonista la Corte Ue di Strasburgo. Il caso riguarda  I Rom sgomberati a Ponte Riccio, frazione del popoloso comune di Giugliano in Campania, a Napoli. Gli ineffabili giudici europei, che vivono e lavorano a migliaia di chilometri di distanza, pretendono di stabilire  il da farsi meglio delle autorità nazionali e di quelle che operano sul territorio.  La Corte dei diritti umani, con una misura urgente, ha infatti chiesto al governo italiano di “assicurare” un’alloggio temporaneo a 10 bambini e ai loro genitori sgomberati. La misura è arrivata dopo la mobilitazione di tre cittadini bosniaci di etnia Rom – e dei loro figli – che si sono rivolti alla stessa Corte il 16 maggio scorso. Ma c’era forse bisogno di Strasburgo? A Roma o a Napoli non sanno già quale è la soluzione più umana e  più razionale? Misteri europei…

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi