La Littizzetto ossessionata da Berlusconi, un’altra battutaccia (ma non fa ridere più nessuno)

lunedì 1 aprile 10:36 - di Alberto Consoli

Per trovare il facile applauso non ha ritegno Luciana Littizzetto a rinverdire un repertorio stantio e di pessimo gusto, mettendo nel mirino l’ossessione di sempre: Silvio Berlusconi, un “sempreverde” per comici stanchi. Le solite freddure non fanno più ridere nessuno oramai, ma lei ci prova ugualmente, rasentando l’oscenità. Nel suo monologo a Che tempo che fa di domenica 31 marzo su Rai 1 ha dedicato una serie di battute a sfondo sessuale al  leader di Forza Italia, prendendo spunto da un’intervista in cui il cavaliere, parlando della sua vita privata, ha raccontato di avere tanti cani – non solo Dudù- e talvolta di dormire con loro.

Littizzetto “oscena”

Le battute della Littizzetto sono imbarazzanti per quanto sono scontate: “perla” numero uno: «Berlusconi  ora ha diversi cuccioli di cane, in un modo o nell’altro il pelo tira sempre». Fa ancora peggio con la battuta numero due. Si parla del calo del Pil, e la Littizzetto gongola forse pensando alla battuta del secolo: «A me il Pil non ha mia fatto paura», afferma attribuendo la frase a Berlusconi, che campeggia sullo schermo alle sue spalle. Uno squallore. C’è rimasto solo Fazio a ridere, mentre la guarda inebetito. Lil, pelo, cani… Maurizio Crozza, tra l’altro, aveva già usatole stesse battute venerdì nel corso della su imitazione di Berlusconi. L’usato sicuro pern comici in difficoltà!

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi