Cicciolina piange miseria, ha il vitalizio pignorato: «Vendo tutto, anche le mutande»

martedì 9 aprile 17:54 - di Paolo Sturaro

Senza vitalizio, senza quattrini. Cicciolina si sente povera, tanto povera da dover mettere tutto in vendita, anche l’abito verde, con la bandiera italiana, con cui è entrata in Parlamento: «Dal mio punto di vista, all’asta, può valere un milione di euro». In un’intervista a Vanity Fair Ilona Staller – in arte Cicciolina – confessa di aver speso tutti i suoi risparmi da quando il suo vitalizio da ex parlamentare è stato pignorato dall’autorità giudiziaria per una faccenda di spese condominiali non pagate. Ragion per cui ha deciso di mettere in vendita i suoi cimeli.

I “beni in vendita” di Cicciolina

L’elenco è lungo. C’è il superattico da 250 metri sulla Cassia dove Cicciolina teneva uno stormo di colombe bianche, un’oca ribattezzata De Mita, e «una tigre del Bengala che mi aveva regalato la Ramba, una: non la portavo mai fuori perché una volta, da cucciola, aveva azzannato una bambina nel parchetto, senza conseguenze per fortuna. Un giorno, da adulta, è caduta dal balcone ed è finita nel giardino di sotto. L’ho mandata in una clinica privata ad aggiustarla, perché era un po’ rotticchiata. Poi l’ho dovuta regalare». Ma non solo. Sempre su Vanity Fair elenca altri beni in vendita, il pianoforte bianco a mezza coda: valutazione su Facebook, 30 mila euro. Per non parlare dellabiancheria intima usata, che cede senza emettere scontrino: «Vorrei anche vedere, mi metto a pagare l’Iva sulle mutandine?».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi