Sport, il doping contagia anche il bridge: squalificato il campione mondiale

sabato 2 marzo 15:49 - di Redazione

Svela una realtà ai più sconosciuta, sebbene pare abbastanza diffusa, il caso di doping che ha coinvolto un campione norvegese: ad essere trovato positivo a sostante vietate è stato Geir Helgmeno, campione mondiale di… bridge. Il numero uno al mondo del celebre gioco di carte per questo motivo è stato squalificato per un anno dalla World Bridge Federation (Wbf), la Federazione internazionale di bridge, ufficialmente riconosciuta dal Cio. Il 49enne norvegese, ma che compete a livello internazionale per il Principato di Monaco, è risultato positivo al testosterone sintetico e alla droga per la fertilità femminile, clomifene, in un evento della World Bridge Series a Orlando a settembre. Dopo aver accettato di aver violato le regole antidoping, Helgemo è stato sospeso dalla World Bridge Federation fino al 20 novembre e gli sono stati anche revocati tutti i titoli, medaglie e punti della World Bridge Series 2018.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi