“Ora o mai più”, la Rettore furibonda: «Contro di me offese e volgarità, basta»

martedì 5 febbraio 16:11 - di Redazione

Nuova puntata, nuovi battibecchi e tensioni a Ora o mai più. Quello di sabato scorso è stato il terzo appuntamento per la trasmissione condotta da Amadeus il sabato sera in prima serata su Rai1. Archiviate le polemiche su Amedeo Minghi e il suo Vattene amore, con tanto di scuse in diretta, anche sabato scorso qualche malumore ha fatto capolino. A lanciare la bomba è Donatella Rettore che in un post su Facebook scrive: «Non ci potrebbe essere un prossimo sabato a Rai1. Anche la bontà, la compassione e la pazienza hanno un limite, mi sento con la coscienza trasparente e santificata. ho incassato offese, volgarità e ingiustizie, basta. Vedremo, abbiamo qualche giorno per decidere». La coach di Donatella Milani, una degli 8 concorrenti in cerca di riscatto, potrebbe dunque lasciare il programma, come riporta un dettagliato servizio dell’Adnkronos. I battibecchi tra i giudici-coach ogni sera non mancano e le frecciatine, anche con gli artisti ospiti di volta in volta, sono praticamente il sale della trasmissione. Anche se una di loro, Marcella Bella, più e più volte ha fatto notare che va votata l’esibizione del concorrente e non la canzone e il cantante, capita spesso di sentire opinioni personali sul successo portato in gara. Opinioni per le quali, nel caso di Amedeo Minghi, sono state necessarie delle scuse in diretta. Al centro del contendere le critiche a Trottolino amoroso, difeso anche da Scialpi. Minghi è tornato sabato a Ora o mai più: il primo a chiedere venia per quanto accaduto durante la diretta dello show è stato Amadeus.

Le decisioni di Donatella Rettore

Ma perché Donatella Rettore dovrebbe lasciare la trasmissione? In tre puntate i suoi giudizi hanno attirato critiche e le frizioni con gli altri della giuria, prima con Orietta Berti e Ornella Vanoni poi con Toto Cutugno, non sono mancati. Sui suoi profili social i fan invitano la Rettore a non mollare. «Spero rimanga, Donatella è una forza della natura», dice Amadeus all’Adnkronos. «Sinceramente non so quali possano essere le cause», sottolinea il conduttore che non esclude possa «dipendere da uno screzio con qualche giudice»: «Perché diciamocelo: tra di loro non se la mandano a dire. Sono tutti artisti di grande esperienza, con una lunga carriera alle spalle e una personalità. Però io Donatella la conosco da un po’, è una che incassa ma poi a sua volta restituisce… Potrebbe anche dipendere dal rapporto con Donatella Milani. Magari la coach si aspettava qualcosa di più da lei – continua Amadeus – potrebbe esserci dietro la delusione di essere ultima. Domani mattina in ogni caso ho una riunione con tutto il gruppo e cercherò di capire se questo desiderio di andarsene è riferito ai colleghi o al suo rapporto con la Milani. Perché non c’è dubbio che essere ultimi dà fastidio».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi