Lividi e trauma cranico: bimba di 3 anni in coma. Arrestato il compagno della mamma

giovedì 14 febbraio 16:13 - di Penelope Corrado

Una bimba di tre anni si trova ricoverata in gravi condizioni al Bambino Gesù. La piccola sarebbe stata trasferita ieri sera dall’ospedale di Genzano dove era arrivata con diverse ecchimosi alla testa, accompagnata dalla madre. La donna ha riferito che la piccola era stata picchiata dal compagno. Dall’ospedale è stato allertata la polizia che ha rintracciato l’uomo e lo ha arrestato per tentato omicidio. La bimba, che ha riportato un ematoma cerebrale, non rischierebbe la vita.

La bimba ha una gemellina: il racconto dei vicini

Secondo le prime ricostruzioni sul corpo della piccola ci sarebbero segni di morsi e numerosi lividi. Per le gravi lesioni riportate la bimba è in coma farmacologico. Una vicenda allucinante, sulla quale sono in corso le indagini delle forze dell’ordine. Gli agenti di Polizia sono intervenuti insieme ai servizi sociali, che ora stanno vagliando la situazione per la sorellina gemella e per quella più grande di 5 anni. Sembra che i vicini sentissero più volte i pianti disperati delle due bambine. Secondo la ricostruzione di Castelli Notizie, «l’aggressore della bambina, originario di Campobasso, conviveva da qualche mese con la madre della piccola, anche lei sembra con una storia difficile alle spalle, e in più occasioni lo stato delle bambine, spesso ammalate e logore, era stato segnalato come non idoneo».

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *