Rai, via libera ai tre direttori dei Tg: Carboni, Sangiuliano e Paterniti. Ecco chi sono

mercoledì 31 ottobre 12:06 - di Lucio Meo

Il Cda della Rai ha dato il via libera al primo pacchetto di nomine che riguardano i telegiornali. I nuovi direttorisono Giuseppe Carboni al Tg1, Gennaro Sangiuliano al Tg2, Giuseppina Paterniti al Tg3, Alessandro Casarin alla TGR, Luca Mazzà al Giornale Radio Rai. L’unico voto contrario in cda è stato quello di Rita Borioni.

Chi è Giuseppe Carboni

Dalla Radio al Tg1, passando per trasmissioni storiche come ‘Stereo Notte’. La carriera di Giuseppe Carboni, neodirettore del Tg della rete ammiraglia di viale Mazzini, si è consumata tutta all’interno di ‘Mamma Rai’. Romano, classe 1961, sposato con tre figli, giornalista ed esperto di musica e spettacoli, è caporedattore del Tg2 dal 2011. Carboni entra in Rai nell’agosto del ’79, a Radio 3, canale radiofonico dedicato alla musica classica, l’esordio è a ‘Controcanto’. Dopo tre anni, nell’82, entra nella squadra di ‘Stereo Notte’, programma cult e innovativo, aperto alle nuove generazioni, voluto da Biagio Agnes e Pierluigi Tabasso come risposta al dilagare della radiofonia in Fm privata. Il ‘primo pezzo’ che segna l’inizio della collaborazione con il Tg2 è quello sul concerto degli U2 a Dublino nell’89. Poi ci sono gli approfondimenti di cultura e attualità come ‘Pegaso’, ‘Diogene giovani’, ‘Speciale sulla Luna’. Assunto dalla Rai dei professori, Carboni va (nel ’95) al Tgr di Bolzano e ci resta un anno. Quindi, il ritorno a Roma, dove inizia a lavorare al ‘politico’ del Tg2, direttore Clemente Mimun. Dopo la gestione Mazza e Orfeo, con l’arrivo di Marcello Masi alla direzione del tg, Carboni viene nominato caporedattore, sempre a Montecitorio. Ha seguito il Movimento cinque stelle sin dal loro approdo in Parlamento (2013), è uno dei pochi giornalisti tv che parla con Beppe Grillo: la prima intervista quella in occasione della traversata a nuoto dello Stretto di Messina dell’ex comico genovese per sostenere i Cinque Stelle in Sicilia.

Chi è Gennaro Sangiuliano
Napoletano classe ’62, giornalista e saggista, Gennaro Sangiuliano, appena nominato dal consiglio di amministrazione Rai direttore del Tg2 su proposta dell’ad Fabrizio Salini, è stato vicedirettore del Tg1 dal 2009, direttore del quotidiano Roma di Napoli dal 1996 al 2001 e vicedirettore del quotidiano Libero. Laureato in giurisprudenza, docente alla Lumsa, alla Sapienza, alla Luiss. All’inizio degli anni ’90 Sangiuliano è all’Indipendente e poi alla redazione politica del quotidiano Roma di Napoli, testata di cui sarà poi direttore dal 1996 al 2001; è stato inoltre prima capo della redazione romana e poi vicedirettore del quotidiano Libero durante la direzione di Vittorio Feltri. Ha scritto per il Giornale di Napoli durante la direzione di Lino Jannuzzi, per Il Foglio di Giuliano Ferrara e per Il Giornale. Entra in Rai nel 2003 come inviato della Tgr, diventa caporedattore e poi passa al Tg1. È stato inviato in Bosnia, Kosovo e in Afghanistan. Nel 2009, durante la direzione di Augusto Minzolini, Sangiuliano è nominato vice direttore del Tg1. Estremamente ricca la sua attività di saggista con titoli quali ‘Scacco allo zar: 1908-1910: Lenin a Capri, genesi della rivoluzione’, ‘Quarto Reich – come la Germania ha sottomesso l’Europa’ (con Vittorio Feltri), ‘Putin. Vita di uno zar’.

Chi è Giuseppina Paterniti

Giornalista, autrice televisiva e scrittrice, Giuseppina Paterniti, nata a Capo d’Orlando nel 1956, è la neodirettrice del Tg3, appena nominata dal Cda Rai ancora in corso. Dal 1989 al 1991 è stata autrice di ‘Atlante’, programma di geografia economica e politica in seconda serata su Rai1, ma anche di programmi
per bambini, come ‘Big!’ con Piero Chiambretti. Dal 1996 al 2007 si è occupata dell’informazione politica economica da inviata della redazione economica del Tg3, seguendo consigli dei ministri, vertici Nato, vertici del Fondo monetario internazionale, del G8 e del Wto. Dal 2008 al 2015, come corrispondente Rai, ha seguito da Bruxelles, le attività delle istituzioni europee. Poi le è stata invece affidata la vice direzione della Tgr. Diverse le inchieste realizzate fra cui quella sulle cartolarizzazioni degli immobili pubblici per ‘Primo Piano’, quotidiano di approfondimento del Tg3. Tra i suoi libri ‘Una nuova anima Europea’
(Editrice Ave, 2002) e ‘Lo stivale di carta. Inchiesta sull’affare immobiliare del secolo’ (Editori Riuniti, 2004). La Paterniti, infine, è stata impegnata attivamente nell’Usigrai, il sindacato dei giornalisti Rai.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

contatore di accessi