Paura alla stazione di Amsterdam, parla un testimone: “È stato un attacco terroristico”

sabato 1 settembre 16:50 - di Penelope Corrado

«Non era un ladro, né uno squilibrato. Ha colpito le sue vittime con molta freddezza. A mio avviso, è stato un attacco terroristico». Intervistato da un quotidiano olandese il fotografo che ha realizzato questo scatto dell’assalitore circondato dalla polizia, racconta quegli attimi concitati alla stazione di Amsterdam. Il testimone, che ha preferito non rendere nota la sua identità, descrive il soggetto come un uomo dalla carnagione scura. Parla degli agenti della stazione come molto professionali e lucidi. «Sono intervenuti rapidamente, appena l’attentatore ha cominciato a colpire tra la folla in fila all’ufficio informazioni della stazione». L’aggressione è avvenuta la mattina di venerdì 31 agosto, alla stazione centrale di Amsterdam.

Il profugho afghano ha accoltellato due americani alla stazione di Amsterdam

Dal canto suo, la polizia olandese ha confermato che le due vittime sono cittadini americani. L’assalitore è stato identificato come un richiedente asilo afghano di 19 anni, registrato in Germania. Non sono invece stati forniti dati sulla sua identità, segno che il sospetto che l’uomo appartenga a qualche cellula terroristica sia davvero alto. L’assalitore è stato interrogato con l’aiuto di un interprete in ospedale, dove è ricoverato con ferite da arma da fuoco alle gambe procurate dai poliziotti olandesi. L’ambasciatore americano in Olanda, Peter Hoestra ha confermato la nazionalità delle due vittime, che non sarebbero in pericolo di vita, senza fornire ulteriori dettagli. Gli investigatori non hanno ancora fornito altre informazioni sul caso, l’ambasciata Usa ha invitato i suoi connazionali in Olanda ad aumentare le precauzioni e le cautele per evitare ulteriori aggressioni.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 2 settembre 2018

    Italiani, principalmente quelli comunisti, vorrei cantarvi una lunga “ninna nanna “per aiutarvi a dormire piu’ a lungo possibile e al risveglio farvi trovare ingabbiati dai vostri tanto amati islamici. Certo che siete dei grossi cogl…..i.!!

  • In evidenza

    contatore di accessi