Vaccino anti-Hpv, i pediatri facciano di più contro la psicosi no Vax

lunedì 30 luglio 15:21 - di Alessandro Bovicelli

Riceviamo da Alessandro Bovicelli e volentieri pubblichiamo:

Caro direttore,

Una recente ricerca pubblicata su una rivista internazionale importante ci dice che il vaccino anti-Hpv protegge anche dalle forme di tumore del collo dell’utero più avanzate, è efficace, sicuro e non sono stati riscontrati effetti collaterali: praticamente sono gli stessi di un banale vaccino anti-influenzale. Eppure l’adesione, secondo i dati del 2017, è in calo e soprattutto è in calo la tendenza a completare il ciclo di vaccinazione che prevede i richiami. Le dodicenni che hanno fatto un ciclo completo sono il 49,9% e il 64,3% quelle che hanno fatto una sola dose. Le cause principali che hanno portato a questo risultato sono state sicuramente l’atmosfera di timore generalizzato creato dai vari fronti no Vax che hanno messo dubbi alle famiglie già incerte se vaccinare una figlia adolescente e poi la mancanza di informazione capillare sull’efficacia, come dimostrato dalla discrepanza dell’adesione regionale. I primi a dover promuovere il vaccino dovrebbero essere i pediatri.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • gianni 31 luglio 2018

    che c***** lo lascio a fare se ogni volta mi date spam error? FATEMI CAPIRE… da che parte state? ho devo mettervi anch’io in spam..

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica