Il sindaco di Bracciano (centrodestra): “In soli 18 mesi dimezzato il debito”

mercoledì 4 luglio 16:30 - di Antonio Pannullo

Quando si dice buongoverno del centrodestra: “Il 29 giugno il consiglio comunale ha approvato il bilancio consuntivo 2017. Un altro tassello importante e positivo si aggiunge ai numerosi atti e provvedimenti adottati dalla nostra amministrazione. La fase più critica è stata superata e già il bilancio 2017 evidenzia un risultato utile di esercizio di circa 2,5 milioni di euro ed un avanzo della gestione di competenza di 2,8 milioni. In un solo anno e mezzo, quindi, di fatto è stato dimezzato il debito originario ereditato. Questo è certamente un grande risultato che premia gli sforzi e i sacrifici sostenuti”. Lo afferma con orgoglio e soddisfazione il sindaco di Bracciano, Armando Tondinelli. “Abbiamo rilevato un Comune in predissesto con tante disfunzioni interne (macchina comunale) ed esterne (stato complessivo della nostra città) – aggiunge il sindaco del centrodestra -. È stata svolta un’opera capillare e silenziosa in 18 mesi, dal luglio 2016 al dicembre 2017, mostrando con i numeri di bilancio la positività del nostro governare. Abbiamo posto le basi per poter uscire dal baratro in cui Bracciano verteva da tempo il comune così da poter pensare sempre più a porci obiettivi di sviluppo, crescita e valorizzazione di Bracciano per renderla gradevole ed accogliente, insomma sempre più bella e vivibile”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Tolu 4 luglio 2018

    Avanti così sindaco, bravo

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica