Migranti, Alemanno: «Il governo non ceda, il blocco navale è l’unica strada»

lunedì 11 giugno 14:02 - di Sveva Ferri

Non cedere al “ricatto umanitario” e andare avanti sulla strada del blocco navale, «anche se dolorosa». Il Movimento nazionale per la Sovranità sostiene la linea scelta dal governo sulla chiusura dei porti alla nave Aquarius e, attraverso una nota del segretario Gianni Alemanno, invita l’esecutivo a tenere la barra dritta «per fermare sia l’invasione sia le stragi di migranti in mare».

«La chiusura dei porti italiani alla nave Aquarius carica di immigrati clandestini è quel gesto di coraggio che tutti ci aspettavamo. Questo è l’unico modo per fermare l’invasione degli immigrati che da anni investe l’Italia», è stato il commento di Alemanno, per il quale si è trattato di «un provvedimento formalmente ineccepibile» visto che l’Acquarius stava incrociando al largo di Malta, di conseguenza porto di primo sbarco per il salvataggio di naufraghi.

«Il ricatto del salvataggio di persone usate come ”scudi umani” dai trafficanti di schiavi non può valere per sempre e ogni cedimento su questa linea – ha sottolineato Alemanno – non rappresenta nient’altro che un incentivo a continuare con gli sbarchi, mettendo in pericolo altre vite umane. Il blocco navale è l’unica strada, anche se dolorosa – ha concluso il segretario del Mns – per fermare sia l’invasione sia le stragi di migranti in mare».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • nina rubino 12 giugno 2018

    Chiudere i porti e se le Ong non rispettano le decisioni del nostro governo, sequestrare le navi di questi traficanti di esseri umani!

  • Massimilianodi SaintJust 11 giugno 2018

    Se avessero silurato 2 scafisti alcuni anni fa non saremmo a questo punto; avrebbero capito, invece hanno fatto trionfare i traffichini e i corrotti! Che il papa li dirotti in Argentina, Canada e Australia, paesi spopolati, vediamo se concordano! Blocco navale e siluri pronti alla faccia dei misericordiosi. Bisogna scacciare la serpe da casa, completare unità nazionale con vaticano e s. marino. Il primo ritorni ad avignone e liberiamo l’Italia dalle parabole del figliol prodigo( dissipatore) e dell’adultera!

  • Jolanda c: 11 giugno 2018

    Chiudere, chiudere, chiudere…..anche se con colpevole enorme ritardo….ormai siamo in minoranza difronte alle frotte di invasori.

  • ANTERO 11 giugno 2018

    C o n c o r d o !

  • Laura Prosperini 11 giugno 2018

    Bravo Alemanno!
    sono da sottoscrivere le sue parole.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica