«Sono lebbrosi»: la Francia sputa veleno sui sovranisti italiani

venerdì 8 febbraio 12:31 - di Augusta Cesari

Senza vergogna. La Francia non modera i termini, anzi rilancia con offese ed epiteti irricevibili, rinnovando il paragone tra i populismi e la lebbra, già utilizzato l’estate scorsa da Macron, che non fa che gettare benzina sul fuoco di una tensione alle stelle tra i due Paesi. Il portavoce del governo francese, Benjamin Griveaux, ai microfoni di Europe 1 riguardo al richiamo dell’ambasciatore di Franciain Italia ha dichiarato senza ritegno: «Non è permanente, tuttavia era importante dare un segnale.Se si vuol fare indietreggiare la lebbra nazionalista, se si vuole fare indietreggiare i populisti, se si vuol fare indietreggiare la sfida all’Europa, il modo migliore è di comportarsi bene con i propri partner». Lo scontro adesso è aperto.

Francia senza ritegno

Dopo l’insulto i poravoce francese si è anche permesso di fare battute sullo stato di crisi delle nosre finanze: «Le battute di Luigi Di Maio e Matteo Salvini sulla Francia non hanno evitato all’Italia di entrare in recessione», ha continuato Benjamin Griveaux. Parole e insulti sono un mix vergognoso: da un lato la Francia rivendica i buoni rapporti tra i due Paesi, poi sputa veleno in questa maniera su chi in Italia, dice “prima gli italiani”. Spettacolo indecoroso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Anna Maria 9 febbraio 2019

    Macron,il tappetino di Rotschild, è semplicemente PENOSO! STA PERDENDO TERRENO IN FRANCIA, anziché sputare su di noi dovrebbe pensare e SERIAMENTE ai problemi del suo paese, con le continue manifestazioni dei jelets jaunes non mi sembra che sia tanto amato in patria questa specie di omuncolo piccolo, piccolo, evidentemente sente tremare la poltroncina e allora cerca di dare gli ultimi colpi di coda prima della debacle!