Roma, immigrato tira giù i pantaloni e violenta una barista a Monte Mario

giovedì 20 settembre 9:58 - DI Fortunata Cerri

Un immigrato tunisino si è tirato giù i pantaloni e l’ha massacrata di botte per stuprarla. Momenti di terrore, all’alba di ieri, per la proprietaria di un bar a Monte Mario, a Roma. La donna è finita in ospedale, al Gemelli, malmenata e col dito di una mano quasi a brandelli. Drammatico il suo racconto. «Mi teneva il dito tra i denti – ha detto detto la donna al Messaggero – per evitare che mi muovessi. Ho visto la morte in faccia. Ho combattuto per non essere stuprata. Era nudo e si dimenava su di me mentre mi picchiava». L’immigrato che aveva trascorso la notte al bar come cliente è poi scappato col registratore di cassa lasciando la barista sul pavimento.

Immigrato violenta una barista: caccia all’uomo

Come riporta il Messaggero, adesso è caccia all’uomo. «Un cliente come tanti – ha raccontato ancora la donna – ha anche cantato, si è lasciato fotografare con un amico». L’uomo si era anche presentato: «Mi chiamo Reda e vivo ad Amsterdam e sono a Roma per turismo» «Al mattino si è presentato con la cerniera dei pantaloni abbassata – ha poi raccontato la barista – l’ho cacciato, poi sono uscita fuori dal bar e ho chiesto al cugino di riprenderlo». Subito dopo all’interno del bar è iniziato l’incubo per la donna. L’uomo è, infatti, rientrato dentro al bar e ha trascinato la donna  in uno sgabuzzino prendendola pugni e tirandole i capelli. «Non avevo scampo. Alla fine mi ha mollato coi denti quando siamo finiti tutti e due a terra, nella varechina, e io gridavo aiuto». Gli investigatori stanno cercando l’uomo nella baraccopoli di Monte Mario. Qui la scorsa  settimana è stato beccato anche il romeno che ha violentato una badante italiana sotto al Viminale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • andyrex_r@libero.it 20 settembre 2018

    Altro che tanti piccoli Mussolini qui ci vorrebbe ancora il “baffetto” come lo chiamiamo noi !!

  • Giuseppe Tolu 20 settembre 2018

    Chiesa e sinistra, che ci raccontate di questa ennesima? Ammasso di farabutti voi e il novanta x cento dei migranti, migranti?