Aquarius, il grande bluff spagnolo: migranti accolti, ma solo per 15 giorni…

domenica 17 giugno 18:15 - DI Lucio Meo

“Alla fine ognuno avrà quel che vuole, tranne i migranti. La promessa fatta dalla Generalitat di garantire lo status di rifugiati a tutti è stata rimangiata in un attimo su pressione del governo centrale e temperata dalla concessione di un visto provvisorio di 15 giorni, che mette i profughi dell’Aquarius in attesa di giudizio, come tutti gli altri 3-4000 giunti solo nel mese di maggio…”. Il grande bluff dell’accoglienza spagnola alla nave della Ong tedesca, Aquarius, organizzata con 600 giornalisti, l’approdo nella zona vip del porto di Valencia e una parata di politici a uso fotografico, la svela l’inviato del Corriere della Sera Marco Imarisio, in un articolo nel quale si raccontano le reali condizioni a cui saranno assoggettati gli immigrati. Quindici giorni e via, in attesa del rimpatrio. Altro che accoglienza umanitaria e riconoscimento dello status di profughi…

Sarà per questo che dall’Italia, ai veleni della sinistra, che esulta per l’accoglienza spagnola attaccando il governo, le repliche sono invece maliziose. Matteo Salvini commenta: “In questi minuti sta sbarcando in Spagna una nave con 660 migranti, grazie, io spero ne accolga altri 66 mila, noi non ci offendiamo. Se poi arrivassero i maltesi, i portoghesi, ripeto, noi non ci offendiamo”. Stessa posizione dai grillini”. “La nave – twitta il ministro delle Infrastrutture grillino Danilo Toninelli – è attraccata da poco a Valencia. Comando Guardia Costiera conferma: a bordo nessuna criticità particolare. È un momento storico. L’esempio della Spagna sia solo l’inizio di una nuova stagione di solidarietà europea”.

Sempre che si tratti di vera solidarietà…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • bubble73@libero.it 18 giugno 2018

    ma se la nave è tedesca perché non se li prende direttamente la Germania? se l’Italia non ha ONG perché deve prendere le navi di altre nazioni?

    • ingulasorfe@gmail.com 16 luglio 2018

      Chiedilo al PD e il loro contratto sotto banco con l’unione europea

  • ilarialandia@gmail.com 18 giugno 2018

    Le notizie, prima di darle, vanno verificate: quarantacinque giorni (non 15) è la durata del permesso umanitario (ampliato nella durata) che è stato concesso a tutti gli sbarcati dall’Aquarius: entro tale termine dovranno regolarizzare la loro posizione, eventualmente facendo domanda d’asilo. La formalizzazione della domanda d’asilo apre alla procedura di valutazione della domanda stessa.
    Chi sta dicendo che “chi non otterrà l’asilo entro quarantacinque giorni sarà espulso” sta dicendo una cretinata.

  • 18 giugno 2018

    15 gg di vacanza .. perchè la mafia dei negrieri non è stata ancora debellata? .. p.chè “Tu no Alpitur” !?

  • ciprianogius@tiscali.it 18 giugno 2018

    Bugiardi spagnoli. Imparate dall’Italia

  • gdetoffoli@yahoo.it 17 giugno 2018

    Dimenticanza grave, salpare subito (noi) e lasciare il fagottino prima che ti chiedano di riprenderteli !

  • gdetoffoli@yahoo.it 17 giugno 2018

    Bene !! Tutto è palese, chiaro.. La meerkatz tedesca al secolo aquarius è una nave di banditi che allerta emergenza, fa muovere due navi militari nostre ed un paese sovrano Spagna attesta che non avevano nessuna emergenza a bordo.. Chiedere i danni, arrestare lo scafista – pardon il comandante – e mettere ormeggiato a banchina soros, pardon la nave tedesca con controlli a maglie strettissime in attesa che abbiano pagato l’allarme l’assistenza 4 giorni di navigazione e l’ordine di non toccare terra italica per aver messo in difficoltà il sistema difensivo costiero sottraendo due navi ed un pattugliare a compiti d’istituto.. io col black&deker a mano gli farei anche due buchi in carena, ma…. W Cossiga buon maestro di cattivi allievi! Comunque espellere dal territorio nazione come inaffidabili ed indesiderati tutto il gruppo francese di medici senza frontiere e visto che ci siete regalategli anche conte che si faccia due passi di salute con il suo amichetto macrò e chiama corona che a la vecchia ci pensa lui !