L’Inghilterra pensa al boicottaggio, l’Italia ai Mondiali di calcio in Russia?

Dall’espulsione di 23 diplomatici alla sospensione di tutti i contatti ad alto livello. La premier britannica Theresa May ha annunciato oggi un ampio pacchetto di misure “robuste” contro Mosca in risposta all’avvelenamento dell’ex spia russa Sergei Skripal e la figlia Yulia, colpiti con un agente nervino a Salisbury.  Tra le misure,  è stato deciso che nessun ministro o membro della famiglia reale si recherà questa estate in Russia in occasione dei Mondiali di calcio. Il prossimo passo, secondo quanto riferiscono i media britannici, potrebbe essere il boicottaggio dei Mondiali, con il ritiro della Nazionale dalla competizione. Ipotesi che aprirebbe la strada a un clamoroso ripescaggio della Nazionale italiana, che era rimasta esclusa dopo il torneo di qualificazione infrangendosi sullo scoglio della Svezia.

L’ex presidente della Fifa, Joseph Blatter, cerca di gettare acqua sul fuoco: “E’ un peccato che siano presenti sentimenti anti-Russia, ma non credo che qualcuno della FIFA non sia d’accordo con la scelta del luogo di partecipazione della competizione, è stata una scelta unanime da parte di tutti”. Il presidente ha anche criticato l’interesse dell’Inghilterra a boicottare la competizione : “Loro sono così, gli inglesi non sanno perdere…”