Il centrodestra ha un nuovo first-dog: non è più Dudù, ma Zenit. Il cucciolo di Salvini

La notizia sarebbe da relegare in quelle che un tempo erano le colonne di “brevi”. Dieci righe con titolo in corpo poco vistoso. Ma il fatto è che oggi la visibilità, l’immagine, il privato ostentato contano così tanto nella vita di un politico che La Verità, il quotidiano diretto da Maurizio Belpietro, si è preso la briga di allestire addirittura una pagina sul cucciolo della coppia leghista Matteo Salvini-Elisa Isoardi. Si chiama Zenit ed è pure lui un barboncino, come Dudù. Solo che Zenit è scuro e Dudù è bianco, oltre ad avere avuto il privilegio – come scrive La Verità – di giocare a palla con il presidente russo Vladimir Putin. Il titolo del quotidiano di Belpietro gioca sulla rivalità tra Salvini e Berlusconi: “Rottamato pure il barboncino Dudù. E’ il leghista Zenit il nuovo first-dog”. Per ora Zenit è stato solo molto fotografato a Ischia, dove insieme ai suoi padroni ha fatto la sua prima uscita “ufficiale”. Dudù è stato invece anche protagonista di servizi fotografici esclusivi, come quello per il suo primo compleanno dove appare in braccio a Francesca Pascale dinanzi a una candelina accesa, oltre ad avere un profilo su facebook, aperto nel 2013.

pascale-diuduCome si ricorderà il barboncino Dudù è già stato anche al centro di una sorta di duello mediatico con Empy, il maltese di Mario Monti, adottato dopo che la giornalista e conduttrice Daria Bignardi glielo aveva regalato durante un’intervista televisiva. Anche Empy ebbe la sua preziosa copertina, su Chi, portato al guinzaglio dalla signora Elsa, la moglie dell’ex premier Monti. Dudù è stato infine il simbolo della svolta animalista di Forza Italia affidata all’organizzazione di Michela Vittoria Brambilla.