Latina, avvocato sorprende i ladri a casa del padre: aggredito, spara e ne uccide uno

E’ successo ancora: una banda di ladri si introduce furtivamente nell’appartamento di un anziano che vive a Latina; il figlio dell’uomo, un avvocato, sorprende i rapinatori dentro casa del genitore e dopo essere stato aggredito uccide uno dei tre malviventi. Ora, mentre è caccia ai complici fuggiti immediatamente dopo lo sparo, è già partito il processo a chi ha sparato, infervorando il dibattito mai sopito sul tema della legittima difesa.

Avvocato trova i ladri in casa dei genitori e spara a uno dei 3 malviventi

Un caso come purtroppo molti altri, nel nostro Paese martoriato dalle rapine in villa e dai furti negli appartamenti. Da quanto ricostruito e da  quel poco che trapela, infatti, questo pomeriggio (domenica 15 ottobre ndr) un avvocato di Latina, richiamato dall’allarme scattato nell’abitazione dei suoi genitori, si è precipitato nell’appartamento dove ha sorpreso i ladri in azione e dove ha sparato uccidendo uno di loro. Il dramma si è consumato nel giro di pochi istanti in via Palermo e sulla vicenda indagano i poliziotti della squadra mobile di Latina. Da una prima ricostruzione, come riporta il sito dell’Ansa in queste ore – “sembra che il figlio del proprietario sia andato a controllare dopo che è suonato l’allarme e ha sorpreso tre ladri. I due complici del ladro morto sono fuggiti. L’arma sarebbe regolarmente detenuta”. 

Il tema della legittima difesa: una nota congiunta Saltamartini-Zicchieri

E mentre i soliti buonisti gridano allo scandalo della giustizia “fai da te”, una nota firmata a quattro mani dalla deputata della Lega-NcS Barbara Saltamartini e da Francesco Zicchieri coordinatore regionale di Noi con Salvini, ricostruisce quanto accaduto ed evidenzia come, “Questo pomeriggio, in via Palermo a Latina, un avvocato ha sorpreso 3 ladri a casa del padre, e dopo essere stato aggredito ha ucciso uno dei tre malviventi che erano nell’appartamento. La legittima difesa in casa propria va sempre garantita. Se infatti lo Stato non garantisce la sicurezza ai cittadini è giusto che, almeno tra le mura di casa propria, ci si possa difendere. La zona di via Palermo a Latina – prosegue il comunicato diramato dalla Saltamartini e da Zicchieri – è nota infatti per essere insicura di notte e anche di giorno. Non è accettabile che i cittadini siano ostaggio di criminali e delinquenti. Garantire l’incolumità dei propri cari è un diritto“. Di sicuro, però, l’argomento non si esaurirà a breve.