Firenze choc, si getta nell’Arno un 19enne danese in gita scolastica

E’ stato trovato il cospo del ragazzo danese 19enne, in gita scolastica a Firenze, che, dopo una serata passata in discoteca, ha scavalcato la spalletta del ponte Amerigo Vespucci e si è gettato in Arno. I sommozzatori del nucleo dei vigili del fuoco hanno individuato e recuperato il corpo senza vita del giovane a un centinaio di metri di  distanza a valle del ponte, all’altezza dell’Hotel Principe, in lungarno Amerigo Vespucci. Dalle  3 di questa notte i Vigili del Fuoco di Firenze stavano  effettuando la ricerca del ragazzo di origine danese di 19 anni che sarebbe caduto o si sarebbe gettato in acqua dal ponte Amerigo Vespucci. Sull’accaduto indagano i carabinieri mentre è in corso l’intervento del nucleo sommozzatori di Firenze. Secondo le prime informazioni sembra che il giovane – in gita scolastica, con altri compagni dormiva in un albergo della città – abbia trascorso la serata in discoteca. Per la ricerca è stato fatto alzare in volo un elicottero dai vigili del fuoco di Arezzo.  Il ragazzo  ha scavalcato la spalletta del ponte Amerigo Vespucci e si è gettato in Arno. Finora il giovane risulta disperso e sono in corso le ricerche nel fiume da parte dei sommozzatori dei vigili del fuoco. Le ricerche sono tuttora in corso. A dare l’allarme nella notte è stato un suo amico, un compagno di classe, che si trovava con lui al momento del gesto.

Il racconto del compagno di classe

Il compagno di classe ha raccontato ai militari che insieme all’amico avevano passato la serata in una discoteca situata nei pressi del ponte Amerigo Vespucci. Mentre stavano rientrando verso l’albergo, il 19enne, attraversando il ponte, senza apparente motivo, ha scavalcato la spalletta e si è gettato nel fiume. Vano il tentativo di trattenerlo da parte dell’amico. I carabinieri hanno raccolto le testimonianze anche degli altri compagni di classe in gita scolastica e dei professori loro accompagnatori.