A tavola gli italiani sono tradizionalisti: il menù perfetto impone le lasagne della nonna

Tra contaminazioni etniche e mode salutiste. Che sia raffinata, ricercata, gourmet. Onnivora, vegetariana o vegana, alla fine dei conti, quando si tratta di scegliere, in materia di cibo e di scelte a tavola gli italiani non vogliono correre rischi e si dimostrano risoluti e tradizionalisti, e al primo posto del podio lasciano che a svettare siano sempre le ricette classiche di una tradizione ricca di storia e di gusto: quelle della nonna.

Lasagne della nonna e pollo al forno: il menù perfetto degli italiani

Sono infatti quasi 8 su 10, il 76% circa del campione interpellato, quelli che dicono di preferire la cucina della tradizione, quella della nonna, a piatti ricercati, alle lunghe preparazioni, ai sapori esotici o standardizzati come quelli dei fast food. E allora, il menù perfetto? Prevede sempre lasagne e pollo al forno. È quanto emerge dall’ indagine Doxa/Unaitalia Le ricette della tradizione realizzata su un campione rappresentativo di 1000 italiani, proposta in occasione della festa dei nonni che si festeggerà il prossimo 2 ottobre e che racconta, attraverso abitudini e preferenze in cucina, il rapporto che gli italiani hanno con i principali custodi della tradizione: i nonni. «Assistiamo ad un ritorno alla cucina della tradizione, a quella dei sapori di una volta – spiega l’antropologo alimentare e food writer Sergio Grasso – lo confermano anche le ricette preferite per il pranzo della domenica: la lasagna e il pollo rappresentano senza dubbio il paradigma della cucina della nonna, declinato in tutte le regioni. Il pollo in particolare si mangia in tutta Italia, ogni regione con le sue peculiarità, dal pollo con i peperoni a Roma al pollo fritto al nord».

Il ritorno ai sapori antichi e alla saggezza dei nonni 

D’accordo quindi a sperimentare, provare, assaggiare, esplorare. Ma quando si tratta di scelte a tavola gli italiani si guardano in casa propria, o meglio, in quella della nonna. Lo dimostra il fatto che per il 67% di loro il pranzo ideale della domenica è a casa con i famigliari, soprattutto dalla nonna con tutta la famiglia. Insomma, la domenica dai nonni è l’icona del pranzo dei giorni di festa, soprattutto tra i più giovani: sono infatti i millennials a guardare più di tutti, e con affetto, alle riunioni in famiglia a casa dei nonni: un dato acclarato con la veridicità dei riscontri matematici che, in base all’indagine sopra citata, vuole che il 44% dei giovani tra i 18 e i 24 anni «non snobbino i nonni». Anzi… E allora, nello specifico, le ricette più amate vantano tra i primi piatti, ovviamente, la lasagna, considerata da un italiano su due (il 50%) il primo piatto preferito dopo la pasta all’uovo (24%), il risotto (20%), le minestre e le zuppe (6%). Tra i secondi, invece, è l’immortale pollo arrosto con le patate il piatto della memoria, considerato dal 36% degli italiani il piatto della nonna per eccellenza insieme ad altri piatti tipici della tradizione come l’arrosto di vitello (20%), le polpette (18%), il pesce al cartoccio (16%) e il coniglio alla cacciatora (10%). E allora, non stupisce che oggi la cucina della nonna voli alto, a New York, per esempio, dove un imprenditore italo-americano ha avuto un’idea semplice, quanto geniale: servire nel suo locale piatti cucinati da nonne di tutto il mondo, per ritrovare quei sapori irripetibili, quella sapienza nelle preparazioni che solo le depositarie della gastronomia tradizionale riescono a trasmettere nei loro piatti.