Alfano e Berlusconi, prove di disgelo: chi vuole il ritorno di Angelino?

Alfano torna nel centrodestra? L’indiscrezione di stampa scatena illazioni (silenziose) e smentite (pubbliche). «Si precisa che non c’è stato alcun incontro tra Alfano e Berlusconi e che non c’è nemmeno alcuna richiesta di incontro in programma», dichiara, in una nota,  l’ufficio stampa del ministro degli Esteri. «Le notizie riportate questa mattina dal quotidiano Libero, in ordine a presunti contatti fra il Presidente Berlusconi e il ministro Alfano, e alle prospettive politiche che ne conseguirebbero, sono destituite da qualsiasi fondamento», fa eco in una nota la segreteria del presidente di Forza Italia.

Brunetta: “Il nostro popolo non vuole Alfano”

Di sicuro, il ministro degli Esteri non troverà nel centrodestra alleati pronti ad accoglierlo con peana e lanci di petali di rosa.  Sentite Renato Brunetta: «Ricordo a me stesso che Alfano e tanti altri parlamentari che in questi anni hanno lasciato Forza Italia, una novantina tra Camera e Senato, erano stati tutti eletti sotto la sigla “Berlusconi Presidente”, sono arrivati in Parlamento tutti con i voti  di Berlusconi». «Adesso se c’è una fase – prosegue il capogruppo forzista a Montecitorio – come c’è, di nuova attrazione da parte di Berlusconi nei confronti del mondo del centrodestra questo è un fatto assolutamente positivo, da salutare positivamene. Braccia aperte, certamente. Attenzione però, braccia aperte selettive – taglia corto Brunetta – non nei confronti di tutti. Io penso che il nostro popolo, il popolo del centrodestra, il popolo fedele, il popolo che non ha mai avuto dubbi, mal capirebbe ritorni come quelli di Alfano, e quindi non ci saranno questi ritorni».

Meloni: “Alfano ci ha portato 500mila clandestini”

Boccia il ritorno del figlio prodigo soprattutto Giorgia Meloni. «Dobbiamo mettere insieme una coalizione di patrioti. Per questo Marchionne non può fare il nostro presidente del Consiglio, perché non è un patriota. E per questo non ci possiamo prendere Alfano, perché uno che ha fatto entrare in Italia 500mila immigrati clandestini non è un patriota». E in questi termini, la leader di Fdi, sbatte la porta in faccia ad Angelino.