Cocco Bill compie 60 anni: il cowboy di Jacovitti ora ha la sua Opera Omnia

Il mitico Cocco Bill, uno dei personaggi più famosi del fumetto italiano, compie 60 anni. Un anniversario “festeggiato” senza l’indimenticabile e geniale Jacovitti, che lo creò, lo caratterizzò in modo originale, lo lanciò negli anni del boom economico, lo rese famoso negli anni successivi, oltrepassando fatti e misfatti di un periodo difficile e a tratti oscuro. 

L’iniziativa per ricordare Cocco Bill

Il compleanno verrà celebrato con un incontro (sabato 8 aprile alle ore 14 presso il padiglione 9 – Comics Meeting & Lab) durante il quale sarà presentata, in anteprima assoluta, un’importante iniziativa editoriale: Cocco Bill e il meglio di Jacovitti, una collana di volumi editi da Hachette che, dalla fine del prossimo agosto, proporranno una ricca selezione di storie. Jacovitti iniziò a collaborare nel 1957 con il Giorno dei Ragazzi, supplemento del Giorno di Enrico Mattei. Fu negli anni ’60 che venne raggiunto il massimo livello di popolarità che comprese anche il famoso Diario Vitt, l’agenda scolastica del Vittorioso, che era in ogni zaino degli studenti. 

Un personaggio virtuoso e rivoluzionario

Difensore della legge, “virtuoso” e “rivoluzionario” al tempo stesso, entrava nei saloon e beveva camomilla al posto del whisky. Il mitico Cocco Bill è un cowboy pistolero notevole, arriva in sella al suo cavallo Trottalemme si muove in un Far West ridisegnato totalmente, con indiani, sceriffi, banditi e diligenze distorti, ricreati dalla fantasia di Jacovitti. Il suo pugno è talmente forte da far schizzar via tutti i denti dello sfortunato avversario.