Ormai la Raggi parla come la Boldrini. «Roma città aperta ai migranti» (video)

«Roma vuole fare la sua parte nell’accoglienza di queste persone. L’immigrazione è già una risorsa per la nostra città». Lo ha sottolineato la sindaca di Roma Virginia Raggi intervenendo in Vaticano al convegno dei sindaci sui rifugiati. «Roma è una città aperta all’accoglienza», ha detto la Raggi preannunciando l’apertura nella Capitale di un nuovo centro di accoglienza per profughi e migranti.  Una nuova strategia comunicativa, quella della sindaca pentastellata, che ricorda sempre di più la politica cara alla presidente della Camera, Laura Boldrini. In effetti, le avvisaglie già c’erano in campagna elettorale, ma molti elettori romani non le hanno colte.

La sindaca Raggi assegna una nuova casa popolare alla famiglia marocchina

Un gemellaggio ideale che fa il paio con quanto deciso in tempi rapidissimi (rispetto ai tempi biblici di ogni decisione della Raggi) per la famiglia di origine marocchina di San Basilio. La sindaca ha infatti assegnato immediatamente un nuovo alloggio all’operaio marocchino, che era stato cacciato dall’abitazione assegnatagli nella periferia romana. Il primo cittadino ha disposto l’assegnazione di un’altra casa popolare, stavolta in altra zona della Capitale. La manifestazione degli abitanti di San Basilio contro la famiglia marocchina è infatti costata la denuncia per violazione della legge Mancino sull’odio razziale ad almeno cinque persone.

Su Facebook l’ira dei grillini contro la sindaca

«Sono grillino convinto e ti ho votato ma questa cosa non mi piace proprio per niente: adesso spiegatemi per quale motivo, una famiglia marocchina, in graduatoria di assegnazione case popolari, ha due punti in più di una famiglia italiana? Razzismo al contrario? Siamo sulla buona strada per fare la fine dei piddioti. Virgì, aripigliate!». Quanto scrive Fabio B. (commento subissato di “mi piace”) sintetizza la maggioranza dei commenti sulla sulla bacheca Facebook di Virginia Raggi. Centinaia di “like” anche per Stefania F. «Forse sindaca sta sbagliando qualcosa e glielo dice una che l’ha votata, non faccia lo stesso errore dei suoi predecessori la gente fa presto a cambiare idea, gli Italiani pensiamo agli Italiani». Ancora più amaro il post di Nicola B. «Non è tanto il dare le case. Ma per episodi di buonismo come questi, tutti si muovono. Per gli italiani c’è solo la strada. Non fanno notizia».