Donna trovata morta in casa, sarebbe stata soffocata: interrogato il figlio

Sarebbe morta soffocata Paola Borghi, la donna trovata morta in casa alle prime luci dell’alba. La vittima, 65 anni, è stata trovata riversa sul pavimento con un cuscino in faccia nella sua stanza da letto nell’appartamento nel quartiere Appio dove risiedeva.

Donna trovata morta in casa: sarebbe stata soffocata

Del resto la pista dell’omicidio è stata subito quella provilegiata dagli investigatori che, dopo aver eseguito i primi rilievi hanno subito parlato con il figlio ventiquattrenne della donna che dormiva – a quanto da lui raccontato – nella stanza accanto. E proprio in queste ore la polizia sta ascoltando in maniera più approfondita il figlio della vittima: secondo quanto si è fin qui appreso, infatti, i sospetti si concentrerebbero proprio su di lui.

I sospetti sul figlio, interrogato da ore

Del resto, la versione del giovane è apparsa già sulle prime poco credibile. Il ragazzo avrebbe raccontato che stava dormendo in camera sua quando è stato svegliato da un rumore che l’avrebbe svegliato. Recatosi nella stanza della madre, l’avrebbe trovata priva di sensi con un cuscino in faccia. L’ipotesi dei ladri però non convincerebbe gli investigatori, soprattutto per un dettaglio di fondamentale importanza: la porta d’ingresso dell’appartamento è stata trovata regolarmente chiusa a chiave. Nel quartiere chi conosceva la donnatrovata morta in casa la ricorda come una persona gentile, educata, che spesso si recava al bar vicino casa, insieme al figlio, e sedeva per lungo tempo al tavolino a leggere. Un giallo, quello della sua morte per soffocamento, che gli investigatori potrebbero risolvere in breve tempo.