Una valanga sul Monviso travolge due cordate di scalatori: un morto

Ancora una valanga. Ancora una tragedia della montagna. Una slavina staccatasi dalla parete Nord del Monviso, nelle Alpi Cuneesi, ha travolto alcuni alpinisti. Otto le persone coinvolte. Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118 e del soccorso alpino. E dopo poco una persona é stata estratta dalla valanga, giudicata subito in condizioni gravissime. Il bilancio definitivo elenca nel cedimento della massa nevosa un coinvolgimento di otto alpinisti che, in cordate diverse, stavano affrontando la parete nord del Monviso. I testimoni hanno riferito che uno degli alpinisti in cordata è precipitato a valle del canale Coolidge, a circa 2.700 metri di quota, nei pressi di un passaggio che conduce al bivacco Villata e l’elicottero del Soccorso alpino ha trovato il corpo, ormai senza vita. Sono perciò fortunatamente stati rintracciati illesi gli altri sette alpinisti che si trovavano sulle pendici Nord del Monviso dove nella mattinata la valanga si è staccata. Il blancio ormai definitivo parla di un solo escursionista travolto e ucciso dall’enorme massa nevosa. Dei sette tratti in salvo tre facevano parte della stessa cordata della vittima, gli altri quattro si trovavano nelle vicinanze quando è avvenuta la valanga. Unico dato positivo: al Soccorso Alpino non risulta alcun altro disperso.