Egitto, i musulmani attaccano i copti cristiani e denudano un’anziana

Una folla di circa 300 musulmani ha attaccato, mettendole a fuoco, sette abitazioni di cristiani copti in un villaggio dell’Egitto centrale e ha oltraggiato un’anziana donna cristiana denudandola in pubblico. L’episodio viene denunciato in un comunicato della Chiesa copta del governatorato di Minya rilanciato da media egiziani come Al Masry Al Youm ed è avvenuto nei pressi di Abu Qurqas. Le abitazioni sono state «attaccate, bruciate, saccheggiate e distrutte» verso le 20, precisa la nota riferendo che la polizia, giunta sul posto solo due ore dopo, ha arrestato sei persone. La folla di aggressori «scandiva slogan» e i «deplorevoli incidenti» sono seguiti a «voci su una relazione amorosa tra un copto e una musulmana». Come noto i copti sono i cristiani egiziani che rappresentano circa il 10% della popolazione egiziana. Incendi di decine di loro chiese ed istituzioni si ebbero durante le violenze dell’estate 2013 seguite alla cacciata dei Fratelli musulmani dal potere in Egitto.

L’intolleranza dei gruppi di musulmani contro la Chiesa copta

I componenti della Chiesa copta locale nella nota si dicono «convinti che gli apparati dello stato non resteranno a braccia conserte» e «non risparmieranno alcuno sforzo per arrestare gli assalitori». I copti costituiscono la più grande comunità cristiana del Medio Oriente. Dopo la bomba di Alessandria del 2012 che uccise almeno 21 persone, e le violenze dell’estate di tre anni fa in cui furono presi di mira almeno una quarantina di edifici, gli episodi di intolleranza religiosa dei musulmani nei confronti dei copti sono stati molto meno eclatanti. Gesti ufficiali come la presenza a importanti funzioni religiose da parte del presidente del presidente Abdel Fattah Al Sisi vengono spesso citati come segnali di reciproco sostegno tra governo e Chiesa copta che si vede meglio tutelata dall’attuale esecutivo rispetto a quello espressione della Fratellanza musulmana. Per l’incendio di una chiesa copta nei pressi del Cairo, un anno fa 71 sostenitori dei Fratelli musulmani furono condannati all’ergastolo.