Marine Le Pen: «Una collera fredda ci serra il cuore. Ora basta»

Dopo qualche ora di riflessione, Marine Le Pen, presidente del Front National, ha parlato. Già durante la tragedia aveva twittato alcune frasi: prima di mezzanotte, quando ancora non si conoscevano le dimensioni della tragedia, aveva annunciato la sospensione della campagna elettorale del Front: «Stasera ancora l’orrore… sospendiamo ogni campagna fino a nuovo ordine». E due ore dopo aveva detto: «Una collera fredda ci serra il cuore…#terrorisme islamiste». E nel pomeriggio, ha fatto la dichiarazione ufficiale dalla sede del partito di Nanterre: «La Francia deve vietare le organizzazioni islamiche, chiudere le moschee radicali ed espellere gli stranieri che predicano l’odio sul nostro territorio, così come i clandestini che non devono starci», ha detto la Le Pen, commentando gli attentati terroristici a Parigi.

Marine Le Pen sostiene che la Francia deve riarmarsi

«Viviamo l’orrore, una tragedia nazionale. La Francia e i francesi non sono più in sicurezza, il mio dovere è di dirvelo». «La Francia – ha detto ancora – deve a un certo punto determinare quali sono i suoi alleati e quali i suoi nemici. I suoi nemici sono questi Paesi che mantengono relazioni positive con l’islamismo radicale. Lo sono anche quei Paesi che hanno un atteggiamento ambiguo con le organizzazioni terroristiche. Tutti quelli che le combattono sono degli alleati della Francia e devono essere trattati come tali. La Francia è stata resa vulnerabile, deve essere riarmata. Il fondamentalismo islamico deve essere annientato», ha aggiunto.