Berlusconi: «Il governo è solo all’inizio, ma abbiamo già impresso una svolta al Paese» (video)

21 Gen 2023 11:47 - di Redazione
berlusconi

«Siamo solo all’inizio di questo nostro governo, ma abbiamo già impresso una svolta al Paese». Silvio Berlusconi fa il punto sul lavoro del governo, in particolare in tema di infrastrutture, in un videomessaggio rilasciato sui suoi social dove ricorda anche come la cultura della modernizzazione e dell’efficientamento sia un portato specifico del centrodestra e dei suoi esecutivi.

La risposta della destra ad «ambientalismo ideologico della sinistra» e «decrescita infelice del M5S»

«All’ambientalismo ideologico della sinistra, ai propositi di decrescita infelice del Movimento 5 Stelle, che avrebbe voluto un’Italia senza più industria, abbiamo risposto con progetti e opere che oggi consentono ai nostri cittadini di viaggiare comodamente e rapidamente da una parte all’altra del Paese, a milioni di turisti di visitare il nostro paese ogni anno, alle nostre imprese di trasportare e consegnare i loro prodotti in poche ore», ha ricordato il Cav, portando l’esempio del Mose «un’opera avveniristica, che anche in queste ore ha salvato nuovamente Venezia dall’acqua alta, da danni che sarebbero stati ingenti e costosissimi».

Berlusconi: «Senza opere pubbliche non ci può essere sviluppo»

«Senza opere pubbliche non ci può essere sviluppo», ha quindi avvertito il leader di Forza Italia, sottolineato che il governo è intensamente al lavoro su questo fronte e che lo è anche lui personalmente. «Sto scrivendo una legge che semplifichi ulteriormente la concessione di autorizzazioni per costruire o per aprire un’attività, le famose autorizzazioni preventive», ha spiegato, confermando dunque il proprio impegno a sostegno dell’azione dell’esecutivo.

«Nei prossimi mesi apriremo i cantieri del Ponte sullo Stretto»

«Come avevamo promesso – ha poi proseguito Berlusconi – tra i primi atti di questo governo c’è stata la scrittura di un nuovo codice degli appalti. Con il nuovo testo, secondo le nostre previsioni, più dell’80% degli appalti oggi in essere avrebbe potuto essere più veloce». Inoltre, «abbiamo creato le condizioni per realizzare una grande opera che consideriamo indispensabile, il Ponte sullo Stretto di Messina, che è stata poi fermata dai governi della sinistra. Oggi invece finalmente si sono convinti tutti della bontà del nostro progetto. Apriremo finalmente – ha concluso il Cav – i cantieri nei prossimi mesi».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA