Sondaggi, un altro clamoroso balzo in avanti per FdI: il distacco col Pd ormai è abissale

25 Ott 2022 8:47 - di Sveva Ferri
sondaggi fdi

I sondaggi continuano a registrare la crescita di Fratelli d’Italia, che nell’ultima settimana secondo quanto rilevato da Swg ha guadagnato quasi un punto percentuale attestandosi al consenso record del 28,3%. Si tratta dell’unico partito che guadagna così tanto, in un panorama politico in cui il massimo di crescita che si registra a seguire è lo 0,3% di Azione. Dunque, il sondaggio Swg per il Tg La7 registra per il partito di Giorgia Meloni un passo decisamente molto veloce rispetto a quello degli altri partiti, che restano ampiamente indietro anche in relazione alle percentuali assolute: il distacco dal Pd, secondo partito, è ormai superiore agli 11 punti.

I sondaggi premiano ancora FdI: i risultati partito per partito

Nel dettaglio si vede che FdI sale dello 0,9%, passando dal 27,4 della scorsa settimana al 28,3% di oggi. Al secondo posto, si diceva, si attesta il Pd, stabile al 17%. Perde lo 0,3% il M5S, che scende al 16,4%. Guadagna invece lo 0,1% la Lega, arrivando all’8,6%. Cresce dello 0,3% Azione – Italia Viva, che si attesta all’8,4%, mentre perde l’1,3% Forza Italia, che scende al 6,2%. Restano stabili Verdi e Sinistra Italiana al 4,1%, perde lo 0,2% +Europa che va al 3,1%, guadagna lo 0,1% Italexit andando al 2,6% e guadagna lo 0,1% l’Unione popolare.

Il prezzo delle manovre contro la maggioranza

Si tratta di numeri che non si possono non leggere alla luce di quanto avvenuto in vista della formazione del governo, rispetto alla quale gli italiani nei sondaggi hanno premiato la linea di coerenza e rigore espressa da FdI, mandando invece un segnale molto netto rispetto a ciò che avrebbe potuto mettere a rischio il percorso. A farne le spese è stata soprattutto Forza Italia, che paga la grancassa messa in moto e suonata intorno agli audio rubati e travisati di Silvio Berlusconi. Una manovra che ha portato con sé anche il fatto che il Cav viene anche percepito, oggi, come il maggiore fattore di rischio per il governo: lo è per il 49% dell’elettorato in generale e per il 58% dell’elettorato di centrodestra. Un considerevole 21% invece non vede rischi per l’esecutivo.

Cosa emerge dalla rilevazione

Ma se le manovre volte a far apparire la maggioranza come spaccata hanno danneggiato l’immagine degli azzurri e di Berlusconi in particolare, non hanno premiato il Pd, che infatti se si votasse oggi prenderebbe ben 2 punti in meno di quanto preso alle elezioni. Da registrare infine politicamente anche lo 0,3% in più di Azione, che pur confermando la propria posizione di netto contrasto al governo ha scelto toni non pregiudiziali. Dunque, come emerge dal sondaggio Swg, gli italiani chiedono il rispetto delle regole della democrazia, premiando quindi un’opposizione seria e una maggioranza solida. 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA