Schillaci: «Un onore servire la Nazione». Il plauso del mondo accademico e della sanità

22 Ott 2022 16:45 - di Giorgia Castelli
Schillaci

«È davvero un grande onore poter servire la Nazione in un ruolo così importante come quello di ministro della Salute. Mi impegnerò con tutte le mie energie e spero che l’esperienza maturata sul campo come medico e come docente possa essere utile per dare risposte concrete per la tutela della salute e il benessere delle persone». Così in una nota il ministro della Salute Orazio Schillaci, ringraziando «il presidente della Repubblica Sergio Mattarella e la presidente Giorgia Meloni per la fiducia».

Schillaci, il plauso del mondo accademico e della sanità

La sua nomina ha trovato plauso nel mondo accademico e della sanità. «Auguro un proficuo lavoro al collega e amico Orazio Schillaci, che conosco da tempo. Penso che non poteva essere fatta scelta più adeguata al ruolo» di ministro della Salute. Lo dichiara all’Adnkronos Salute Enrico Gherlone, rettore dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Plaude Gian Vincenzo Zuccotti, preside della Facoltà di Medicina dell’Università Statale di Milano e direttore Pediatria e Pronto soccorso pediatrico dell’Asst Fatebenefratelli Sacco-Ospedale dei bimbi Vittore Buzzi. «Non lo conosco personalmente – spiega all’Adnkronos Salute – però sono contento che» alla guida del dicastero di Lungotevere Ripa «sia stato scelto un medico che poi ha fatto anche il docente, il preside di Facoltà e adesso anche il rettore» di Roma Tor Vergata. Un curriculum grazie al quale «credo che conosca molto bene sia il mondo della sanità sia quello dell’università – sottolinea Zuccotti – e che possa coniugare altrettanto bene le due cose. Conoscendo entrambi i mondi, ospedaliero e universitario, speriamo» che Schillaci «possa dare in ambito sanitario le risposte concrete di cui abbiamo bisogno, e nello stesso tempo interloquire con il ministero dell’Università. Spesso, infatti, ci sono da affrontare situazioni molto “borderline” tra ministero della Salute e ministero dell’Università».

Schillaci, il plauso degli ordini infermieri

Anche la Fnopi, Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche che rappresenta oltre 460mila infermieri e infermieri pediatrici iscritti all’Albo in Italia, augura «un buon e proficuo lavoro» alla neo premier Giorgia Meloni e a tutti i ministri. E saluta «con particolare favore la nomina a ministro della Salute di Orazio Schillaci, in quanto professionista sanitario che ben conosce la cultura della cura e dell’assistenza, nonché come rettore dell’Università di Tor Vergata di Roma, dove ha sempre dato la massima rilevanza alla professione infermieristica». Attenzione che la Fnopi auspica possa proseguire, «certa che con la competenza e sensibilità dimostrate dal nuovo ministro – si legge in una nota – il governo possa dare attenzione alle proposte avanzate già nel corso della passata legislatura nell’interesse dei pazienti».

I pediatri: «La sua professionalità fondamentale per la guida del dicastero»

In campo anche i pediatri italiani. «La pediatria di famiglia italiana plaude alla nomina» di Schillaci, si legge in una nota. «La sua esperienza e professionalità – è convinto Antonio D’Avino, presidente nazionale della Federazione italiana medici pediatri (Fimp) – saranno fondamentali per la guida di un dicastero così importante».

I medici internisti italiani

I medici internisti italiani si congratulano con il nuovo ministro della Salute, Orazio Schillaci. «Siamo felici – dichiara Giorgio Sesti a nome della Società italiana di medicina interna (Simi) che presiede – che questo importante dicastero sia guidato da un tecnico di alto profilo come il professor Schillaci, rettore dell’Università di Tor Vergata dal 2019, presidente dell’Associazione italiana medici di medicina nucleare».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SUGERITI DA TABOOLA